Utente 910XXX
Buongiorno.

Sono un ragazzo di 29 anni e da tre giorni circa accuso un dolore acuto nel basso costato destro. Il dolore si presenta se faccio sforzi, se tossisco e se faccio certi movimenti. Palpando ho notato che il dolore è localizzato in particolare su una costola ma si irradia anche al di sotto di esa, fino ad uscire dal costato ed arrivare appena sotto di esso. All'inizio ho pensato che potesse trattarsi di un ingrossamento del fegato ma adesso ma le caratteristiche del dolore mi fanno pensare di più ad un danno osseo o muscolare.
Non so se può avere una correlazione, ma il dolore mi è insorto proprio alla fine di un periodo in cui sono stato vittima di una sindrome inflenzale che mi ha causato raffreddore, mal di gola e forte tosse. La forte tosse mi aveva portato ad avere un dolore acuto allo sterno, ma mai al costato basso. Adesso il dolore allo sterno è sparito. Per curare l'influenza ho preso Zerinol Flu per 6 giorni, seguendo il dosaggio indicato nel foglietto illustrativo.

Aggiungo anche che proprio in questi giorni ho dovuto fare un trasloco e mi sono quindi trovato a dover sollevare e trasportare valigie molto pesanti.

Di cosa si tratta? Quale origine può avere il mio dolore?

Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

la concomitanza della sindrome influenzale con tosse e dello sforzo fisico con sollevamento di pesi (che prevede sempre un meccanismo di "torchio addominale") sono compatibili con un dolore di parete dei muscoli respiratori accessori o del diaframma.
Nel caso specifico tale dolore dovrebe autolimitarsi con il riposo e l'assunzione di anti-infiammatori. Qualora vi sia invece l'aumento del dolore o la comparsa di difficoltà respiratoria il consiglio è quello di sottoporsi ad una visita medica per valutare la necessità di eseguire una radiografia del torace.

Cordiali saluti.

paolo.scanagatta@istitutotumori.mi.it
[#2] dopo  
Utente 910XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dottor Scanagatta la ringrazio moltissimo, la sua risposta mi ha tranquillizato non poco.

Approfitto della sua gentilezza e le chiedo entro quanti giorni il dolore dovrebbe sparire? E ancora, che tipo di antiinfiammatori mi consiglia? Ne esistono di specifici o va bene uno qualunque come nimesulide e Oki?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

rispondo velocemente alle sue domande.

...entro quanti giorni il dolore dovrebbe sparire? Impossibile prevederlo, in genere un dolore di questo tipo può durare diverse settimane (sparisce gradualmente).

...che tipo di antiinfiammatori mi consiglia?
Ricordandole che i consulti online in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico, si rivolga al suo curante per un consiglio (non ci sono prodotti specifici, è indicato un trattamento anti-infiammatorio standard, eventualmente con adeguata gastro-protezione).

Cordiali saluti,
[#4] dopo  
Utente 910XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per le gentili risposte.