Utente 129XXX
Buongiorno dottori, sono un ragazzo di 24 anni. Dunque da circa un mese ho notato sul mio pene delle chiazze bianche, sembrerebbe con sfumature rossastre. In realtà ce n'è solo una più evidente (circa 1 cm di diametro) e altre molto più piccole. La particolarità è che sembrano delle zone "screpolate" del pene e vengono sempre nella stesso punto. Sembrano come delle gocce di sapone seccate. Se le lavo con acqua vanno via. Poi magari passa qualche ora o qualche giorno (è tutto molto incostante) e sembrano riformarsi. Poi di nuovo una sciacquata e vanno via.
Non saprei cosa possa essere, perché non ho alcun sintomo e al tatto la zona mi pare normale. Nelle zone con le macchie se guardo in controluce sembra comunque esserci una base "biancastra" ma è proprio appena percettibile, quasi invisibile. Il glande mi sembra a posto.
Non ho avuto infiammazioni di recente e ho rapporti con una sola ragazza sporadicamente. Tutti protetti con preservativo.. Cosa potrebbe essere? grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
possibile anche non sia niente di infettivo. Il consiglio è di andare subito da un buon dermatologo per avere una diagnosi e poi la dovuta terapia. Su questo sito non faciamo nessuna delle due.

In bocca al lupo

Mocci
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2006
Io ho un fungo che si sviluppa spesso su collo e petto e braccia che curo con micoxolamina o pevaril..
Potrebbe essere sempre questo fungo? ma sul pene non dovrebbe dare bruciori?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La risposta è no a tutt'e due le domande, ma le ripropongo il consiglio di una vistita dermatologica.

saluti

Mocci
[#4] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2006
potrebbe essere un lichen? anche se non ho bruciori/pruriti?
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente

da un lichen ( http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=33 ) ad una balanopostite / balanite ( http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/206-balanopostite-balanite-conosciamole-meglio-curarle.html ) ce ne passa:

la cosa migliore da fare in questi casi è affidarsi all'esperto; il dermatologo venereologo saprà chiarire da subito e con semplicità le sue perplessità.

Sappia che il lichen sclerosus soprattutto nelle fasi iniziali non desta alcun sintomo particolare.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#6] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2006
ma i grani di Fordyce possono c'entrare qualcosa? perchè questa chiazzetta appena visibile si trova vicino all'attaccatura del pene in una zona con la pelle quasi più scura e qualche pelo e un po' di questi bulbi, che penso siano i grani di Fordyce o comunque dei bulbi. (se tiro dei peli si sollevanoi)..
grazie
[#7] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Caro paziente,
le abbiamo detto tutti che dovrebbe fare una visita dermatologica, qui di più non si può fare, ne si deve nè si vuole. Questione di serietà, di etica, di buon senso e buon gusto.

Buona giornata

Mocci
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
visita venereologica: l'unico consiglio fondamentale!

Dott. LAINO, Roma