Utente 149XXX
Salve,
di seguito riporto il risultato dell'ecocolordoppler penieno effettuato per verificare se le cause di DE che sto riscontrando sono di natura fisica o psicologica.
Tutti gli altri esami, del sangue e i vari ormonali, non hanno evidenziato valori ne anomali ne bassi.

La domande, che si correlano al referto trascritto sotto, che vorrei sottoporvi sono:

1. I valori che emergono evidenziano problemi veno-occlusivi? Vedo che sia IR che EDV sono fuori dai valori normali (EDV ho letto deve risultare < 5 cm/s).
2. Ho letto che questo esame dovrebbe andare a verificare i valori misurati ogni 5 min per 25 minuti, ma non e' stato questo il caso: è stato l'esame effettuato in maniera non corretta ed andrebbe ripetuto?
3. Il fatto che io abbia raggiunto lo stato di erezione in piedi non mi è chiaro come si correli all'esclusione di problematiche veno occlusive, visto che mi aspetto che se presenti attraverso la farmaco infusione vengano gestite (e con l'esame comunque misurate). Altrimenti non mi è chiaro perche' a fronte di problematiche di natura veno occlusiva si suggerisca l'assunzione di farmaci tipo Cialis/Viagra/Levistra

Rimango in attesa delle Vs. opinioni e indicazioni su come procedere.
Grazie mille!

REFERTO
Dopo farmacoinfusione intracavernosa di alprostadil 10mcg (dose standard) si è ottenuta una rapida caduta delle resistenze periferiche con il raggiungimento di una erezione FIC2 (quasi completa). L'analisi spettrale mostra valori di picco sistolico perfettamente nella norma per la dose iniettata, con persistenza di fase distolica durante l'esame.
L'analisi morfoloogica dell'onda sfigmica metteva in evidenza un'onda stretta, con ascesa rapida, indicativa di una buona elasticita' vascolare.

Art.DX --> PSV 99 (v.n.>30)cm/s EDV 20cm/s IR 0.78 (v.n. 0.85)
Art.sX --> PSV 88 (v.n.>30)cm/s EDV 19cm/s IR 0.80 (v.n. 0.85)

Si segnala aumento della frequenza cardiaca e discreto ipertono adrenergico.
Al termine dell'esame l'erezione si completava indicando la natura adrenergica del disturbo.
CONCLUSIONI: esame vascolare perfettamente nella norma,. Iniziale mancata veno-occlusione da ascriversi a ipertono adrenergivco, peraltro risolta a paziente in piedi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

l'esame cocolordoppler complesso, a cui è stato sottoposto, sembra sostanzialmente nella norma.

Comunque ora bisogna riconsultare in diretta il suo andrologo e poi ci faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dr. Beretta,
in realta' avevo chiesto il Vs. aiuto formulando delle domande a chiarire i miei dubbi ed eventualmente indirizzare le mie scelte.
Chiedo a voi perche' ho avuto due risposte differenti, il che mi ha creato il dubbio.

Anche Lei dice che "sembra" nella norna, il che non vuol dire "è" nella norma.

Insomma, se i Professionisti che popolano questo sito vogliono essermi di aiuto lo potranno fare rispondendo alle mie domande, che mi sembrano abbastanza puntuali.

Tra l'altro, se sula zona di Roma sapete indicarmi un centro dove poter effettuare una ecocolordoppler, nell'ipotesi di doverla rieseguire perche' non eseguita correttamente, ve ne sarei grato.

Grazie a chi si prendera' la briga di risposndermi.

Un saluto
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

usiamo sempre il condizionale, in modo "prudenziale", perchè spesso il paziente riporta o riferisce dati non sempre esatti e precisi e poi manca sempre la nostra valutazione diretta della particolare situazione clinica.

Detto questo poi, per la scelta di un nuovo andrologo e della struttura a lui collega , per avere un altro parere reale nella sua città, la cosa più saggia è chiedere un consiglio al suo medico di fiducia ma anche il nostro sito la può orientare ed eventualmente può consultare pure il sito ufficiale della SIA(www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dott. Beretta.

C'è qualcuno che riesce cortesemente a rispondere alle mie domande?

Grazie