Utente 318XXX
buonasera a tutti i dottori.
sono donatore di sangue...volevo avere una conferma o meno se con queste analisi di 'routine' che fanno i medici una volta che il paziente ha donato il sangue, è possibile riscontrare qualsiasi malattia infettiva a cui si è andato incontro pur non sapendolo, cioè non avendo sintomi. ho letto nel referto che poi viene spedito a casa, che c'è anche il referto virologia:
hbs ag
hiv ab 1/2
hcv ab
nat hbv-hcv-hiv
sierodiagnosi LUE
che riguardano il riscontro su hiv ed epatiti??
e di altre malattie che si possono contrarre coi rapporti sessuali, è possibile averne un riscontro con queste analisi del sangue?
grazie
[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

se si ha il dubbio, anche minimo, di aver contratto qualche patologia trasmissibile sessualmente, si dovrebbe evitare di donare il sangue per tutto il periodo finestra, e non mentire durante l'intervista che serve ad accertare se ci siano stati comportamenti a rischio.

infatti, durante il periodo finestra il virus puo' essere presente ma non evidenziabile dalle analisi del sangue e la positivita' degli anticorpi si puo' presentare dopo qualche tempo.
[#2] dopo  
31847

dal 2011
ma potrebbe capitare di contrarre un qualcosa non sapendo che il partner abbia gia di suo qualcosa, non sapendolo neanche egli stesso...quindi si dona il sangue convinti di non aver nulla. ma la domanda è, è evidenziabile e riscontrabile qualsiasi cosa da queste analisi, anche dopo questo periodo finestra?
[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
La sua e' una richiesta di tipo ossessivo che andrebbe contestualizzata e non generalizzata con questo tipo di domande.

Da qualche tempo lei fa sempre la stessa domanda, generalizzandola.

Secondo me, sarebbe il caso di fare una visita psichiatrica.