Utente 161XXX
Gentili dottori,
i miei problemi sono cominciati appena ho acquistato un'auto nuova Peugeot 107 (prima non aveva niente) a dicembre. Montando l'autoradio, per errore ho messo in corotocircuito due fili, provocando il classico odore acre. Ho subito iniziato ad avvertire, oltre all'odore, un senso di ansia che si è amplfificato sempre più mentre mi sono messo alla guida per andare dall'elettrauto. Dopo allora, ho più volte avvertito la stessa sensazione (odore e ansia) dapprima solo in auto, ma poi queste sensazioni di malessere si sono ripetute con frequenza sempre maggiore anche altrove. In particolare mi sento male (senso di ansia, quasi soffocante) quando avverto odori molto intensi (tipicamente quelli provenienti dal vicino stabilimento petrolchimico) o forti emozioni. Da un ricovero al reparto otorinolaringoiatico, è emersa una sinusite frontomascellare e mi è stata prescritta una cura con aerosol (Clenil). Consultato il mio medico di base, mi sono sottoposto ai prick test, dai quali sono risultato allergico ai due tipi di acari (entrambi +++) e al cane (+). Dopo aver seguito la profilassi sia in auto che a casa e una cura con antistaminici (Rupafin) per un mese, i sintomi si sono di molto affievoliti. Dopo un mese dalla fine della cura ho ricominciato ad avvertire i vecchi sintomi, per cui l'allergologo mi ha consigliato il vaccino Oralvac sublinguale. A causa di questo continuo stato di malessere, non solo ho smesso di fumare, ma non riesco quasi più a reggere nemmeno una goccia di vino o birra e perfino il caffé mi dà fastidio. Se nonostante il vaccino dovessero continuare questi sintomi, cosa mi consigliate di fare? Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera,
dal momento che è già seguito dall'allergologo, un aiuto ulteriore potrebbe riceverlo da uno psichiatra, indipendentemente dal vaccino.
Saluti,