Utente 161XXX
Salve dottori,
sono andato dal mio medico curante dolori alle ossa a volte fortissimi e mi ha prescritto le analisi di routine ma poi gli ho detto anche che ho un piccolo problema con la mia ragazza,anzi il problemino c'è lo io che a volte il mio pene non si alza o si alza a metà anche durante il petting cosa potrebbe essere la mia causa a questo? Il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi ed io gli ho risposto se mi faceva anche fare le analisi "intime" ma il problema sta che il mio medico ancora le ricette le scrive alla vecchia maniera,cioè a mano e non so se me le ha scritte quest'ultime quali sono le "sigle" degli esami da fare x il mio problema intimo? Così vedo se capisco qualcosa e se le ha scritte.. Grazie mille x le risposte.. salve

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

per i suoi "problemi intimi", oltre al parere del suo medico curante, le consiglio, invece di fare molti esami aspecifici e forse inutili, di sentire prima in diretta un esperto andrologo.

Impari dalla sua compagna che sicuramente, già da anni, conosce il suo o la sua ginecologa.

Nell'attesa, se desidera poi avere più informazioni dettagliate e prrecise sulla complessa tematica andrologica che lei lamenta, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


con il proprio medico non ci dovrebbe essere imbarazzo o vergogna nel prospettargli l'esistenza o il dubbio di avere dei problemi erettili.
Potrebbe anche richiedere alcuni esami ( non esistono GLI ESAMI per i "problemi intimi" ) o meglio consigliarle di farsi vedere da un andrologo che più concretamente potrebbe aiutarla a risolvere i suoi problemi intimi
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Cari dottori,
mi farò la visita dopo un'altro parere con mio medico curante..ma secondo voi come fa un ragazzo facendo petting e sentire la propria ragazza eccitata a non avere voglia ed a non eccitarsi? Aggiungo che quando sono da solo a casa la voglia di "toccarmi" c'è e il pene diventa incredibilmente teso ( resisto non mi smanetto però) la voglia della mia ragazza c'è ma xke quando siamo insieme "strusciandocci" insieme a lei succede e a me no di eccitarmi?? Grazie daremo un parere xkè se continua la nostra storia finirà.. Buona giornata a tutti vo..i salve
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

le sue ultime osservazioni fanno pensare che ci siano anche problemi psicologico-relazionali .

A questo punto il percorso è: medico curante , andrologo e poi eventualmente psicologo con chiare competenze sessuologiche.

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Cari dottori,
Domani farò le analisi prescritte dal mio medico se volete poi vi faccio sapere..Dott. Beretta grazie del suo tempo e della sua gentilezza,..
Aggiungo che io e la mia ragazza abitiamo a 100km è la mattina alzandomi presto mi sento distrutto ( x via di questo dolore alle ossa) potrebbero essere collegati questi due fattori? Infine aggiungo anche che i miei son contrari alla mia storia amorosa..vi chiedo scusa se aggiungo la mia storia pezzo x pezzo, secondo voi potrebbe subire questo atteggiamento la mia parte intima cioè a non "svegliarsi"? Ultima cosa io ho 24 anni ma non ho la macchina e il viaggio x andare a trovarla è un pò stressante con la mia stanchezza e dolori ossei..spero capite la mia situazione grazie mille buona serata! Salve
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sono tutte "condizioni" che devono essere tenute presenti nella valutazione complessiva del suo particolare problema clinico.