Utente 377XXX
Gentili Medici,

all'età di 8 anni, mi svegliai con un dolore pazzesco al testicolo sx.
All'ospedale dissero a mia madre che si trattava di una torsione testicolare e il dottore del pronto soccorso me la corresse "a mano"; provai un dolore indescrivibile, ma in 4-5 secondi tutto passò e non avvertii più nulla.
Il mio pediatra di allora mi disse che se fosse successo di nuovo avrebbero dovuto operarmi, una cosa abbastanza semplice. Non è mai più successo.
Però ora mi ritrovo in questa situazione:
- il testicolo in questione è più basso dell'altro
- se tendo i muscoli per "tirare" i testicoli, uno viene in su, l'altro non si muove minimamente
- non credo sia "morto" in quanto a volte lo vedo muoversi
- credo di produrre poco sperma durante l'eiaculazione. Dico "credo" perchè non so esattamente quale sia la quantità giusta.
- in una visita da un iridologo, mi disse di avere una (spero di non sbagliare) vasculite al testicolo sx.

Ora mi chiedo, è grave tutto ciò? Devo prendere dei provvedimenti?
La cosa può influire sulla mia capacità riproduttiva? Potrei avere dei problemi in futuro? Grazie mille x tutte le vs utilissime risposte.

saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Signore,certamente il Suo Pediatra avrà consigliato di praticare un esame dello sperma a 18 anni (almeno credo).Comunque consiglio di esercitarsi un pò meno in prove di "acrobazia testicolare",tenendo presente che,il più delle volte, l'emiscroto sinistro é più rilasciato del destro.Il riflesso cremasterico, che permette la risalita in alto dello scroto,testicoli e funicolo,alla Sua età non necessariamente può dar luogo alla escursione in alto nella stessa misura per entrambi i testicoli,come spesso accade in età peri-puberale.Le ricordo,comunque,che i testicoli,deputati alla produzione di spermatozoi,partecipano con poche gocce alla produzione del liquido seminale,quindi,invece di osservare il Suo sperma,sarebbe utile che lo facesse analizzare da un buon laboratorio,cosigliato dal Suo andrologo.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Pierluigi Izzo
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
vista la sua remota storia clinica, un esame del liquido seminale è il primo passo o il secondo dopo una attenta valutazione andrologica. Non so neppure io cosa voglia dire "vasculite al testicolo" ma non darei una importanza eccessiva a questa diagnosi molto generica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
concordo con il dottor Beretta.
Ma perchè si valutano i testicoli guardando gli occhi??
E' uno dei grandi misteri della Medicina!
cari saluti
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
concordo con quanto sostenuto nella Sua risposta dal Collega IZZO.
Lei non deve sottoporsi SOLAMENTE ad un esame del liquido seminale. Ma deve invece effettuare uns serio controllo Andrologico completo, associato agli opportuni controlli ormonali, ecografici e flussimetrici. La diagnosi di vasculite, termine improprio utilizzato in tale contesto clinico, potrebbe al limite porsi dopo il controllo ecostrutturale e vascolare del testicolo. Ritengo essenziali tali valutazioni strumentali.
Non trascuri il problema, e se lo desidera ce ne tenga informati.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con il collega Izzo
si faccia seguire da un andrologo di fiducia
[#6] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2007
Gentili Dottori,

vi ringrazio per le vs utili risposte.

Il pediatra non mi consigliò affatto un esame dello sperma, e non l'ho mai fatto. Sarà mia premura farlo quanto prima.

Devo fare un'appunto: scusatemi ma ho confuso vasculite con varicocele.

Molto probabilmente l'iridologo mi ha detto varicocele. Perdonatemi.

Tengo comunque a precisare, Dottor Pozza, che tramite l'iride, non solo mi sono stati descritti, dettagliatamente, aspetti traumatici del passato, ma anche difetti fisici a me conosciuti (come appunto il trauma subito al testicolo sx).

Comunque vi ringrazio per i consigli e per la disponibilità.

cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
alla luce della sua precisazione ,a maggior ragione, bisogna fare una attenta valutazione andrologica seguita da un esame del liquido seminale e possibilmente da una completa indagine ecografica con ecocolordoppler delle vene spermatiche .
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
affinchè non emerga in questo sito un messaggio sbagliato nella forma e nella sostanza, vorrei ancora una volta sottolineare che in tutti i casi, ma a maggior ragione nel Suo, Lei non deve sottoporsi SOLAMENTE ad un esame del liquido seminale. Ma deve invece effettuare uns serio controllo Andrologico completo, associato agli opportuni controlli ormonali, ecografici e flussimetrici.
Ci tenga informati se lo desidera.
Affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
ci mantenga informati