Utente 161XXX
Salve,
sono un ragazzo di 24 anni che ha una situazione un po difficile, perche mio padre ha un problema con l 'alcolismo da diversi anni e io e mia madre ci stiamo combattendo.
Inizialmente ci abbiamo parlato molte volte ma non è servito, poi siamo andati dal medico di casa che ci ha prescritto un farmaco molto leggero che non ha funzionato, poi abbiamo parlato con uno specialista che ci ha detto detto di utilizzare ETILTOX, mio padre quando prende questo farmaco effettivamente non assume alcol. L' unico problema è che lavora fuori e quindi non riusciamo a fare una cura nel tempo, la mia richiesta è: esiste un medicinale o un sistema che duri nel tempo? io ho letto di medicinali sotto-cute che durano 4-5 mesi o da inniettare che durano 60 giorni. Se esistono medicinali di questo genere o altri sistemi come devo fare per reperirli?
[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La terapia con etiltox assunta dalla persona stessa in maniera libera non ha senso, poiché se le diagnosi è quella di alcolismo ovviamente la persona non ha il controllo sul proprio comportamento di ricerca dell'alcol, ivi incluso l'impiego di qualsiasi espediente deterrente. Quando assume etiltox non beve, e quando invece non lo assumesse ? La supervisione della somministrazione di questo farmaco è un elemento fondamentale per il suo funzionamento. Ovviamente nelle formulazioni sottocutanee questo problema è parzialmente risolto, se non per il fatto che in quel caso le persone possono rimuoversi gli innesti procurandosi ferite.

La terapia dell'alcolismo può contare su diversi tipi di terapia, tra cui appunto etiltox. Nell'impossibilità di garantire la somministrazione, probabilmente è più logico utilizzare un altro tipo di terapia che non abbia ragione di non essere assunta dalla persona.

Lo specialista ha fatto diagnosi di alcolismo ?
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
si lo specialista ha dichiarato che si tratta di alocolismo.
e per questo ha prescritto etiltox, l' unico problema è che non riesco a controllare che lo assuma con regolarita, infatti quando non lo assume mio padre ricade nel suo problema. Per questo chiedevo se c' era un sistema di piu lunga durata e come posso reperirlo.
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non è che ricade nel problema quando non lo assume. Il problema è vivo, l'assunzione di etiltox consente di raggiungere gradualmente un equilibrio in una parte delle persone, di regola attraverso esperienze di intossicazione. Se la persona è un alcolista mediamente grave, una volta nelle condizioni di non poter evitare di assumere ogni giorno etiltox finisce per provare a bere comunque, e così facendo si intossica di acetaldeide. Questo tipo di esperienza fa da rinforzo negativo.
Se l'assunzione è irregolare, nei buchi il desiderio di bere si risveglia automaticamente.
La ricaduta non è quando non assume etiltox, è prima di non assumerlo, nel senso che quando è libero di assumerlo sceglie di saltarlo, allo scopo di poter bere senza l'intossicazione, questo perché la malattia di partenza è l'alcolismo, che non gli lascia alternativa in termini di controllo del desiderio.

Sono disponibili presso alcuni centri alcologici gli impianti di etiltox, che comportano un piccolo intervento chirurgico per l'impianto e credo siano a carico del paziente, a differenza dell'antabuse orale.

Questa scelta però è solo una di quelle possibili, ed è il medico a doverla decidere.

Le terapie per l'alcolismo comprendono anche altre soluzioni, come ad esempio il naltrexone, per citarne una.