Utente 161XXX
Egr. Dottori. Volevo chiedervi se come iter per la risoluzione di problemi di eiaculazione precoce si debba dapprima far riferimento ad un Urologo e in seconda istanza ad un Andrologo. O è invece possibile rivolgersi direttamente all'Andrologo portando però i risultati di eventuali esami di laboratorio richiesti?
Ho letto su qualche sito che gli esami preliminari necessari sono i seguenti : TSH Ematico, Urino coltura con ABG e Spermicoltura con ABG. Ritenete siano essenziali tutti o ne servono anche ulteriori? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile signore, può rivolgersi ad un andrologo o anche ad un urologo che abbia sensibilità andrologica.Non è necessario eseguire degli esami preventivi, sarà lo specialista a richiederli se necessario.

cordiali saluti