Utente 462XXX
Buongiorno,

stamattina andando a prendere mia figlia (18 mesi, peso kg 10,5)dalla signora che la accudisce,quest'ultima, andando a chiamarae la bimba, ha visto che aveva ai suoi piedi un termometro del vecchio tipo a mercurio appena rotto. Al momento dell'entrata nella stanza della signora mia figlia stava giocando con dell'altro ma come posso avere la certezza che del mercurio non sia stato ingerito? Quali sono i sintomi che identificano una sua ingestione? Cosa devo fare?
Grazie infinite!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se ha dubbi telefoni al centro antiveleni della sua citàà, ma credo da come descrive l'accaduto che ciò sia improbabile, anche perchè le particelle si disperdono tra i cocci di vetro e per prima cosa ci si accorge se il bambino ha ingerito qualche frammento perchè si taglierebbe labbra e lingua.

Comunque il rischio di intossicazione è basso e nello tempo presente

Il rischio di intossicazione da mercurio in seguito a rottura dei termometri o di altri strumenti di uso comune che lo contengono è basso, ma pur sempre presente

Quel che è più importante in questi casi rispettare delle norme elementari, ma poco conosciute per lo smaltimento del mercurio fuoriuscito e che potrebbe essere riassunto

-non utilizzare scopa e aspirapolvere per non disperdere le particelle nell'aria e nell'ambiente

-non frammentare ulteriormente le particelle del metallo
ma raccoglierlo facendolo scivolare su un foglio di carta o meglio aspirandolo con una siringa senza ago.
E riporlo in una confezione di vetro chiusa per lo smaltimento speciale (leggi nei contenitori delle farmacie)
Mai gettare il mercurio nel lavandino poichè si accumula nel sifone ed evapora qquando si apre l'acqua calda inquinando l'ambiente.