Utente 160XXX
Mio marito deve essere operato di cataratte a soli 43 anni.
Privatamente ci hanno fatto avere preventivi per interventi con inserimento di lenti monolocali o bifocali; visto che mio marito è già presbite di 2 al sinistro (al destro non si sa perché con la cataratta già scesa vede solo vicinissimo), e di questa presbiopia e venuto a conoscenza solo ora, ci chiedevamo se queste bifocali risolvono davvero il problema o se per le medie misure (tipo Computer) avrebbe bisogno poi di un ulteriore occhiale.
In convenzione ASL tempo fa inserivano le IOL bifocali all’Ospedale S.Giuseppe di Milano ma ora non più perché pare che avessero avuto problemi.
Eventualmente invece, mettendo delle lenti monolocali, la presbiopia continuerà ad aumentare od, una volta inserito i cristallini si bloccherà?
Cosa conviene?
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, se suo marito opterà per una lente monofocale, probabilmente la presbiopia residua sarà pari a circa tre diottrie e tale rimarrà sempre,cioè non peggiorerà ma dovrà usare un occhiale per vicino, diversamente se si farà impiantare una lente multifocale potrà evitare l'uso degli occhiali per vicino.In passato c'è stato qualche problema con le lenti multifocali, ma oggi molti chirurghi optano per questa soluzione con risultati, devo dire, incoraggianti, io rimango ancora un po scettico pur non avendo problemi ad impiantare tali lenti su richiesta dei pazienti particolarmente motivati e dopo un attento consenso informato.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille; mio marito ha qualche timore per le multifocali, con ASL a Milano pare che inseriscano solo monofocali ed è quello che probabilmente opteremo, siamo in lista d'attesa.
In internet si parla anche di monovisione, cioè un occhio meglio da lontano ed uno meglio da vicino, inserendo un cristallino monofocale con più diottrie ed uno con meno, per riuscire a vedere, in casi di emmergenza, anche senza occhiali.
Cosa ne pensa?
Grazie.
Saluti

Elisabetta Dodde
[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
BUONGIORNO, PUò ESSERE UNA SOLUZIONE, MA TUTTO SOMMATO IO OPTEREI PER UNA CORREZIONE OTTIMALE PER LONTANO USANDO UN SEMPLICE OCCHIALE DA PRESBIOPIA PER VICINO.
CORDIALMENTE
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, mio marito si stà facendo un pò di complessi perchè dice che l'occhiale con catenella lo farebbe molto più anziano dei sui 43 anni. Se non le dispiace, lo può rincuorare che le lenti da presbite portate per leggere e guardare il PC per molti anni(lui ci passa praticamente tutta la giornata al lavoro) non danno disturbi ulteriori agli occhi con cristallino artificiale?
Grazie ancora, molto gentile.

Saluti

Eliabetta
[#5] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Nessun problema, farà come faranno tutti e non avrà alcun problema, anticiperà solo di 2/3 anni l'uso di lenti per vicino.
Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno, rileggendo il suo post più sopra, lei dice che probabilmente la presbiopia residua sarà pari a circa 3 diottrie. Ora, all'occhio sinistro, è solo di 2 e sul lontano vede 8/10 per via di un inizio di cataratta anche in quell'occhio. Sa dirmi come mai aumenterebbe di 1 diottria la presbiopia portandosi a 3 rispetto a quella attuale di 2?
Grazie ancora per la gentilezza e scusi il disturto.
Saluti

Elisabetta
[#7] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buonasera, semplicemente perchè per ottenere una visione senza occhiale per lontano, la presbiopia sarà pari a circa tre diottrie, è una legge di ottica.
cordialità