Utente 541XXX
Gentili professori

vi sarei molto grato se potesse darmi qualche informazione riguardante il mio caso di perdinato parziale di erezione.

Ho 29 anni non vivo in Italia da due anni e inizo a preoccuparmi. Ho avuto sempre erezioni solide e durature ogni volta che ne desiderassi. Ho conosciuto una ragazza l’anno scorso e’ tutto andava perfettamente. Dopo un anno circa di sesso lei e’ ritornata nel suo paese ed in tre mesi ho avuto due rapporti casuali. In uno di questo non ho avuto l’erezione credo causato da alcool. Fino a una settimana fa bevevo spesso perche lavoravo nei clubs rincasavo tardi e la mattina di nuovo a lavoro in ufficio. Ora da una settimana ho rivisto lei trasferendomi nel suo paese. Sto conducendo una vita regolare ed i primi giorni tutto andava bene, ma da quattro che dopo la stimolazione riesco ad ottenere l’erezione e lunghezza standard ma quando inizio la penetrazione l’erezione improvvisamente diminuisce e non riuscendo ad ottenerla di nuovo sono costretto ad terminare il rapporto.

Usavo saltuariamente droghe alcuni anni fa e inoltre e l anno scorso un paio di volte ho usato il cialis e una volta mezzo Viagra. Non credo che dipenda da questi fattori o probabilmente non riesco a concentrarmi perche spesso mi capita di pensare la mia ragazza con altri, Non so che cosa pensare anche perche’ provo molta attrazione per lei.

Vi prego di rispondermi e consigliarmi qualcosa, probabilmente non mi sara’ possible per un po prenotare una visita specialistica dato che mi trovo in un altro paese .

Caru saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

purtroppo è giunto il momento di consultare in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Gen.le prof. Beretta

la ringrazio per la sua risposta, ma come le dicevo non mi e' possibile consulatare un esperto andrologo al momento, Cosa mi consigia di fare? Prendere farmaci?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senza una attenta e diretta valutazione clinica da parte di un medico esperto e reale mai fare delle autoprescrizioni!
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

Qualche volta un maschio sente di avere un pene che diventa eretto e rigido anche spontaneamente ma che non consente una penetrazione efficace. In questi casi sarebbe opportuno consultare uno specialista che possa capire se esistano problematiche , magari vascolari, che determinino questa "incertezza" erettile ed possa, se lo ritiene, consigliare qualcuno dei numerosi farmaci capaci di ovviare tali problemi.
Direi che dovrebbe trattare il suo corpo alla stessa stregua di come tratterebbe la sua macchina nuova se avesse problemi di messa in moto, di velocita e di spegnimento improvviso. Non credo che proverebbe solo a cambiare benzina,( magari su consiglio di un amico) ma si rivolgerebbe ed un buon meccanico che possa valutare lo stato dell'impianto di alimentazione e carburazione del motore e consigliarle i di di avere una macchina sempre valida efficiente e scattante
qualche informazione su www.erezione.org
cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta la valutazione clinica specialistica in diretta poi ci aggiorni , se lo desidera.
[#6] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Professori graze tante per il vostro aiuto, ma come vi dicevo ora mi e' difficile e quasi impossibile consulatre uno specilista, se fossi stao in Italia non avrei esitato. Cmq sono convinto che 'e un prbema psicologico perche' alcune volte sono tranquillo senza litigi con la mia partner e' non ho problemi altre volte nelle stesse condizioni di benessere con lei perdo l'erezione, mah? Leggevo che potrebbe essere una soluzione prendere il cialis per un paio di volte e successivamente provare senza per vedere se si e' riacquistata la sicurazza.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Diverse soluzioni e strategie terapeutiche possono essere utilizzate e quella da lei accenata può essere una strada ma solo il suo andrologo, che conosce per bene il suo reale quadro clinico, gliela può indicare.