Utente 146XXX
Buongiorno Dottori! Mi rivolgo alla vostra preziosa esperienza perchè sono disperata e non so più a chi rivolgermi se non al p.s. per l'ennesima volta (per una visita ci vuole un mese!!!). Mi spiego: lo scorso inverno ho avuto frequenti episodi di tachicardia notturna associati a tremore senso di svenimento...correndo in ospedale mi hanno detto solo "crisi di panico". Ho in seguito eseguito i seguenti esami: ecg, holter 24h, ecocardiogramma, ph metria, esami del sangue..risultato: extrasistoli ventricolari e omocisteina a 24 (premetto che allora assumevo la pillola). In seguito gli episodi notturni sono spariti ed il sonno è tornato normale ma ultimamente avverto la presenza continua di extrasistoli, non solo come mancanza di battito, ma anche come un calo della forza del cuore...so che non sono termini tecnici ma non so più come spiegarmi!! A seguito di queste sensazioni appare la paura, il tremore, il terrore di star male e che il mio cuore stia cedendo... anche in questi giorni che sono in vacanza al mare è stato tremendo! Non vivo più bene, ho paura di fare qls cosa e non penso ad altro! Sto seguendo una psicoterapeuta ma se non passano questi malesseri non serve a niente lo sento! Premetto che ho un lavoro impegnativo e vari tipi di responsabilità ma se non fosse per queste sensazioni affronterei tutto tranquillamente e con più energia! Non fumo, cammino spesso, peso regolare...perchè tutto questo?? Grazie davvero se vorrete risp!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Con gli esami eseguiti che segnalano solo un' extrasistolia ventricolare (occorrerebbe sapere qualcosa di piu' sulle extrasistoli come per esempio se esse siano isolate, mono- o polimorfe, se siano precoci o tardive etc.).
Potrebbe essere utile controllare la funzione della tiroide per vedere che essa funzioni in maniera adeguata e non funzioni troppo, giustificando in questo caso la frequente extrasistolia.
Vada dal suo medico e cominci a prenotare una visita (anche fra 1 mese, visto che il problema va avanti da questo inverna).
A disposizione per ulteriori consulti