Utente 161XXX
Buona sera,
cerco di scriverle il mio problema:
Mia madre 59anni è stata operata nel 2000 e nel 2007 con reintervento di sostituzione valvolare aortica con protesi meccanica e in più nel 2007 sostituzione anche di un tratto dell’aorta ascendente con protesi vascolare 28 e miectomia settale basale.
Da allora bene. Nega sincope, dispnea/angina da sforzo.
Agli ecocardiogrammi di controllo progressivo aumento del DP aortico(max e medio).
A oggi max53, medio 26mmHg.
Ecg Holter 3/2009: RS bradicardico, stabile disturbo di conduzione IV. Non pause patologiche. Rai BEV isolati.
Test ergometrico 3/2009: submax, negativo per criterio clinico. BEV isolati.
Alla vista compenso CC. T2 protesieco, soffio eiettvo 3/6 su tutti i focolai.
PA 120/80
ECG:RS,BBS (pre-esistente)
Terapia in corso:
Coumadin
Simvastatina 20 1cp
Lasix 1cp al bisogno

Il problema sorge con i gradienti transprotesici in progressivo aumento.
Nel 2008 gradiente VS/AO Max 35 mmHg 2010 gradiente VS/AO Max 64.11 mmHg
gradiente VS/AO Medio 21 mmHg gradiente VS/AO Medio 32.81 mmHg

Potrebbe darmi una risposta: da cosa dipende quest’aumento? Si può fermare? Si può intervenire? Che cosa possiamo fare?

In attesa di un Vs. riscontro distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
La presenza di gradiente alto tra il ventricolo sx e l'aorta può dipendere dall'utilizzo di una protesi di piccolo calibro o dalla presenza di setto ipertrofico, nonostante la miectomia.
In realtà il gradiente da lei riportato non è ancora così elevato. le consiglio di rivolgersi ad un medico specialista in cardiologia per eventuali correzioni di terapia medica (per esempio l'impiego di betabloccanti se non controindicati nel suo caso o diltiazem).

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta.
In effetti, la protesi meccanica è St Jude 19 (2007)a breve dovrà eseguire un ecocardiogramma transesofageo.
Sperando che si riesca con l'impiego di betabloccanti o diltiazem a fermare questo problema anche perchè mia madre non ha nessuna intenzione di subire un’altra operazione.

Grazie e distinti saluti.