Utente 161XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 27 anni, da 5 soffro di anorgasmia. Con sesso, masturbazione o rapporti orali non riesco a raggiungere l'orgasmo e avverto solo un lievissimo piacere durante l'atto. L'eiaculazione è normale, ma non porta con se alcun piacere.

Mi sono rivolto ad un urologo, che mi ha prescritto i consueti esami del sangue, esami degli ormoni (glicemia, prolattina, LH, FSH, 17-beta estradiolo, testosterone) e una spermiocoltura. I risultati sono tutti nella norma, perciò il medico mi ha consigliato di rivolgermi ad uno psicologo.

Vorrei sapere se concordate con il mio medico o se ci sono altre possibilità da valutare. Vi ringrazio in anticipo per il vostro aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la anorgasmia secondaria,puo' riconoscere una genesi post flogistica e/o psicologica.Prima di rivolgerso ad uno psicoterapeuta, consiglierei uno studio ecografico delle vie seminali e delle ghiandole annesse (prostata e vescicole seminali).Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Santonocito
52% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile utente, come le dice il Dr. Izzo, prima va valutato bene se ci sono condizioni mediche alla base del suo problema. Quindi faccia prima gli accertamenti del caso. Se però non dovesse emergere nulla di rilevante, si affidi a uno psicoterapeuta esperto in disturbi della sessualità, e gli chieda una valutazione. In base a quella, potrete decidere insieme se c'è spazio per un intervento psicologico.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Lettore,
le cause dell'anorgasmia sono più d'una, escluse quelle organiche, come giustamente suggerito dal Dr.Izzo,le suggerirei di investigare quelle intra-psichiche, con l'aiuto di un sessuologo clinico, che sia anche psicoterapeuta.
E' d'obbligo effettuare una diagnosi psico-sessuologica al fine di escludere disfunzioni della fase del desiderio e della fase dell'eccitazione, per concentrarsi poi sulla terapia della fase eiaculatoria ed il vissuto ad esso associato. L'eiaculazione anorgasmica, così si chiama il suo disturbo, quando è psicogena, è curabile e decondizionabile, stia sereno.
Auguri.




www.valeriarandone.it
[#4] dopo  


dal 2010
Grazie a tutti.

Dr. Izzo, sarebbe così gentile da segnalarmi la dicitura esatta dell'ecografia che mi ha suggerito?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...Ecgrafia prostatica e delle vie seminali.Cordialita'.