Utente 136XXX
Salve,racconto in breve la mia storia clinica,circa 8 mesi fa da una microematuria nelle urine ho fatto;

ECOGRAFIA VESCICA:Vescica distesa con evidenza a livello della regione del fondo di ispessimento della parete con presenza di piccola formazione aggettante di 6x3mm.

CISTOSCOPIA:negativa

ESAME ISTOLOGICO FRAMMENTO VESCICALE:Frammento vescicale rivestito da urotelio sede di lievi atipie citologiche.
In caso di persistente sospetto clinico utile ripetizione.

PSA:Buono

VISITA RETTALE PROSTATA: Negativo

15gg fa e' ricomparsa la microematuria,ho ripetuto l'ecografia alla vescica e le dimensioni dell'ispessimento non sono cambiate.

ESAME CITOLOGICO DELLE URINE 3 CAMPIONI:Quadro citologico caratterizzato dalla presenza di cellule alcune squamose delle basse vie senza alterazioni di rilievo.
L'esame morfologico evidenziala presenza di rare cellule della flogosi acuta nelcui ambito si repertano diverse cellule ureteliali di aspetto benigno.
Materiale amorfo di fondo.
Alcune emazie.
Assenza di cellule neoplastiche nel materiale esaminato.

Cosa mi consigliate di fare? potrebbe essere una cistite interstiziale?
Gradirei anche un Vs. parere sull'esame citologico urine.

Anticipatamente ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non sembra essere presente attualmente un problema oncologico, cioè tumorale, dall'esame inviatoci.

Comunque a questo punto bisogna risentire in diretta anche il suo urologo.
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività +28
4% attualità +4
12% socialità +12
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Da ciò che lei espone si configurerebbe un quadro di cistite probabilmente cistica cioè caratterizzata dalla presenza in vescica di aree infiammatorie e di formazioni di epitelio vescicale anomale ma non di genesi tumorale. Starei sufficientemente sereno,ma non mollerei il discorso controlli, rivalutando il tutto con una nuova ecografia e un nuovo citologico urinario tra 6 mesi ed eventualmente la ripetizione (a giudizio del suo urologo) di un controllo endoscopico.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

comunque , se lo desidera , ci tenga informati sugli eventuali e futuri sviluppi del suo problema clinico.

Ancora un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Salve,ringrazio delle risposte pongo un'altra domanda
la cistite cistica e curabile clinicamente?
dimenticavo di dire che quando urino se comprimo con le dita il pene avverto un bruciore piu' intenso.
lo sperma spesso e' di colore giallino
e che sono stato operato emorroidi
Spero di essere stato chiaro
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se desidera avere più informazioni dettagliate su queste problematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199/cistiti-ed-uretriti-infezioni-delle-basse-vie-urinarie-quando-l’urina-brucia .

Un cordiale saluto.

[#6] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Salve,oggi ho chiesto un consulto ad un'altro urologo il quale mi ha visitato e fatto ecografia.
Visita prostatica:OK
ECOGRAFIA:Reni in sede di forma e dimensioni normali,indice cortico-midollare bilateralmente conservato,cavità calico pieliche non dilatate assenza di calcoli e di masse.
Vescica distesa a pareti regolari, senza evidenza di neoformazioni endoluminali aggettanti.
Prostata in sede, di volume nei limiti per l'eta anni 56
ad ecostruttura finamente disomogenea.Vescichette seminali non dilatate,residuo post minzionale scarso.

Mi ha detto che dall'ecografia non c'e' nessun ispessimento
pertanto non riteneva utile altro esame.

Per il fastidio bruciore mi prescriveva deprox 500 per tre
mesi.

Ora sono piu' confuso di prima a chi devo credere?
1)Ripetere cistoscopia + urografia
2)Niente perche'non esiste alcun problema.

Vi chiedo se e' possibile che l'ispessimento possa regredire da se.
Cosa devo fare? un Vostro parere.
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se indicarle di fare o no una cistoscopia od una urografia, che sono esami urologici di secondo livello ed il primo con qualche "invasività", purtroppo questa non è la sede, senza la possibilità di fare tutta una valutazione clinica mirata, e quindi dobbiamo rimandarla alle indicazioni del suo urologo che l'ha vista in diretta.