Utente 162XXX
Salve,
da 5 o 6 giorni avverto saltuariamente un fastidio, non dolore, nella parte terminale del pene, glande e appena sotto il glande. Ho la sensazione che fluisca qualcosa all'interno. Non saprei come altro spiegare. Accade a volte a riposo, a volte in erezione. Ultimamente ho fatto i seguenti esami (11/05):
URINE
Aspetto Limpido; Colore Giallo paglierino; Densità 1022; pH 5,5; Leucociti 0; Proteine 5; Glucosio 0; Chetoni 0; Urobilinogeno 0,2; Bilirubina 0; Ert.Emogl. 0
ECOGRAFIA RENALE:
Reni in sede, regolari per forma, contorni, dimensioni ed ecostruttura corticomidollare. Assenza, bilateralmente, di dilatazione calicopielica e/o immagini riferibili a calcoli renali
ECOGRAFIA VESCICALE:
(Esame seguito dopo riempimento fisiologico della vescica ed in presenza di valido stimolo minzionale) Vescica normodistesa a contenuto anecogeno e pareti regolari. Assenza di impronte ab estrinseco ad eccezione di lieve impronta prostatica sul fondo. Prostata valutata per via soprapublica: volumen 20ml; ecostruttra omogenea

Dall'11/05 sto facendo ginnastica posturale per la schiena in un centro riabilitativo. Tra gli esercizi ve ne sono alcuni a pancia in giù ma anche di pancia alla spalliera. Mi capita molto spesso di contrarre la muscolatura del basso ventre durante lo sforzo e di avvertire lo stesso fastidio. Ripeto tuttavia che accade anche a riposo, ad es. mentre guido. Gli esami mi sono stati prescritti dall'ortopedico per un problema diffuso alle anche/inguine di cui soffro dall'inverno scorso per escludere complicazioni renali. Pare invece che il problema sia legato ad un'ernia incipiente da cui la ginnastica posturale (sono al 21-simo giorno di terapia). Nelle prime 20 seduta ho fatto anche 20 minuti di TENS e 20 minuti di ultrasuoni (di pancia in giù). Non vedo sul glande alcuna alterazione.
Aggiungo che mi capita di masturbarmi e di fare pipì subito dopo l'eiaculazione con il pene ancora in erezione interrompendo la minzione per controllare flusso. Può essere l'interruzione del flusso che esce con una certa violenza? o la contrazione muscoalre ripetuta durante gli esercizi (non ho MAI fatto ginnastica, solo corsa o bicicletta)? o le posizioni in cui faccio esercizi? Vi prego gentilmente di darmi indicazioni. Grazie mille in anticipoe saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
francamnente i suoi sintomi sono di difficile inquadramento da qua, meglio farsi vedere dal vedere dal vivo. A naso non sembra gran che e nessuina delle abitudini o degli esami riportatati può spiegare i suoi sintomi.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

un fastidio al tratto terminale del canale uretrale potrebbe essere indagato con un tampone uretrale per germi comuni, clamidia e mycoplasma ad escludere una condizione di uretrite anteriore.
Ci si dovrebbe masturbare perchè eccitati o per avere il piacere dell'orgasmo ma non per valutare se si manifestano segni o sintomi a livello del pene, per percepire fastidi... quasi una analisi medica...
Cari saluti.