Utente 130XXX
Egregi Dottori,

scrivo in merito a una domanda da me espostaVi riguardo un infortunio sul lavoro e del quale ho già avuto una Vs gradita risposta in data 24-05-2010 (rottura cuffia dei rotatori + frattura alluce con lesione tendinea).
Mi è stato detto che per quantificare il danno occorreva la visita medico legale.
Dalla visita che nel frattempo ho eseguito mi è stata riconosciuta la seguente menomazione: danno anatomico (tendineo + cicatrice chirurgica); deficit di circa 1/3 dei movimenti della scapolo-omerale+riduzione della forza; modesto deficit articolare della metetarso-falangea e dell'interfalangea. Grado accertato: 008%; grado complessivo: 008%.
Considerato che dalla RMN che nel frattempo ho effettuato,a distanza di sei mesi esatti dall'infortunio, risulta:
" Indagine eseguita mediante sequenze SE, GE, STIR, secondo piani assiali, sagittali e coronali.
Esiti di intervento chirurgico con presenza di ancora in corrispondenza del versante posteriore della testa omerale, per lesione del sottospinoso.
Si evidenzia lesione completa del tendine del sottospinoso, con retrazione della giunzione miotendinea ed ipotrofia del ventre muscolare corrispondente.
Modesto versamento articolare.
Il tratto periinserzionale del tendine del sopraspinoso appare ispessito e di segnale modicamente alterato, ma non interrotto.
Regolare il trofismo del ventre muscolare corrispondente.
Non si osservano alterazioni a carico del sottoscapolare e del capolungodel bicipite.
Ispessimento capsulare dell'articolazione acromion-claveare con riduzione dello spazio subacromiale.
Regolari i rapporti articolari scapolo-omerali."
Ovviamente l'ortopedico mi ha detto che mi dovrò operare di nuovo se voglio risolvere il mio problema ma nel frattempo l'INAIL ha chiuso la pratica e il medico legale ha asserito che eventualmente sarà riaperta.
Secondo Voi, essendo esperti del settore, è giusta la valutazione del danno da parte del medico legale dell'inail? E se sì a quanto ammonterebbe il giusto risarcimento considerando la mia età (44)?

RingraziandoVi per la sicura risposta porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia
28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Il parere del medico Inail è giusto, in caso d'intervento chirurgico o di peggioramento dovrà riaprire la pratica all'INAIL. Per il risarcimento esistono delle tabelle in relazione all'età, il calcolo è intricato, aspetti il cedolino Inail.