Utente 152XXX
buona sera, mia mamma di 64 anni è stata ricoverata per sistemare diabete ma oltre a questa le han riscontrato problemi al cuore,come diagnosi di dimissione c'è ripotato:Diabete mellito scompensato complicato da micro e macroangiopatia.Cardiopatia ipertensiva.emiparesi sx in esiti.Colelitiasi.osteoporosi grave.
In amnesi diabete mellito tipo2, ipertensione arteriosa complicata nel 2001 da emiparesi sx.giunta in oss per persistenti valori glicemici domiciliari non compatibili con adeguto controllo metabolico(glicata 9%)Riscontro di franca microalbuminuria.E' stata intrapesa terapia insulinica con modalità basal bolus(3 rapidi ai pasti e1 lento serale)ottenendo miglior controllo glicemico.Si segnala iniziale cardiopatia ipertensiva ed angiosclerosi vasi anteriori extracranici.E' stata adeguata anche la terapia ipotensiva stante il rischio cardiovascolare assai elevato(LG ESH/ESC 2007
osservando valori pressori di grado 1IA(PA145/95)
nel RX torace aortomiocardiosclerosi con moderata cardiomegalia.
nell'ecodoppler TSA angiosclerosi di grado medio dei vasi esplorati nel loro decorso extracranico, con diffuso ispessimento intimale.Minime irregolarità parietali a carico delle biforcazioni carotidee in assenza di stenosi significative.caritide interne ed esterne pervie.Vertebrali pervie bilateralmente.In più ventricolo sx con lieve ipetrofia settale.Normale funzione di pompa ed alterato rilascimento.Atrio sx e camere nella norma non valvulopatie di rilievo.Purtoppo non abbiam ricevuto molte informazioni..E' grave?cosa rischia mia mamma?Può avere problemi anche cerebrali tipo arteriosclerosi o altro?
Ringrazio anticipatamente una vostra risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
purtroppo l'ipertensione e un diabete mal compensato con segni di danno d'organo, rendono certamente sua madre un soggetto particolarmente a rischio di accidenti cardio-cerebro-vascolari. Le accortenze da tenere in tali casi, si basano su un corretto e rigido mantenimento del peso corporeo, con dieta adeguata, una valida terapia farmacologica cui associerei il costante controllo clinico del soggetto (visite, monitoraggio glicemico e pressorio, etc.)
Saluti
[#2] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
grazie infinite per la risposta.
Come terapia le han dato:
ALENDROS 1 compressa 1 volta a sett
LOSAPREX 100mg 1 compr ore 8
CARDIOASPIRINA 100mg ore 13
NORVASC 10mg ore15
METOCAL D£ ore 15
LANSOPRAZOLO 15 mg ore 20
SINVACOR 20mg ore 20
APIDRA SOLOSTAR PEN 6 NITA' ore 8/12/19
LANTUS 20 UNITA' ore 21
controllo renale elettroliti e microalbuminuria fra quattro mesi.
E' una terapia adeguata?Lei consiglierebbe altro?
Aggiungerebbe altri esami?
grazie ancora