Utente 162XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 25 anni e ho alcuni problemi sessuali, ho un rapporto sessuale ormai da due anni con la mia ragazza e riesco ad avere il primo rapporto sessuale senza problemi, anche se arrivo l'orgasmo troppo in fretta, a volte anche in 5 minuti. E questo è il primo problema che ho..come mai arrivo subito all'orgasmo?. Poi successivamente non riesco ad avere un secondo rapporto, riesco ad avere l'erezione, sempre tramite una masturbazione e non spontaneamente e poi quando voglio penetrare il mio coso mi abbandona ammosciandosi.. :-) ..come mai?..il desiderio sessuale ce l'ho, la mia ragazza mi stimola ma purtroppo non ci riesco, a volte riesco a penetrare però sento che non è abbastanza duro. Premetto che non ne ho mai avuti di questi problemi e non riesco davvero a capire cosa mi succede. Vorrei risolvere questo problema anke per la mia ragazza xkè si sente in colpa lei che non riesce a stimolarmi. Vi dico che sono sotto cura da un neurologo perchè ho sofferto di epilessia, ma assumo un medicinale chiamato Keppra e non ho più alcun problema, non è che questo medicinale potrebbe influenzare le mie prestazioni sessuali?..ho letto su internet che non influenza in questo campo, ma un dottore ne sà di più. Lavoro 6 giorni a settimana e mi vedo con la ragazza solo il fine settimana, non è che la stanchezza potrebbe influenzare?. Infine vi dico che sono un fumatore, circa 20 sigarette al giorno, vorrei un consiglio per superare questo problema, vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'eiaculazione viene definita precoce,in senso assoluto,quando interviene nel due minuti dopo l'immissio...Va da se' che ogni donna abbia i suoi tempi,per cui,la necessita' di allungare il rapporto non puo',ne' deve,prevedere la ripetizione del cito (anche se cio' prima avveniva..).
Andando avanti negli anni,con la maturazione sessuale e la convivenza sempre piu' frequente (viaggi,fine settimana,convivenze,matrimonio etc.),
il rapporto viene ripetuto solo se, spontaneamente ,avviene l'erezione e non intervenga la ricerca nevrotica di un'eccitazione sessuale.La stanchezza non giuoca un ruolo significativo,mentre il concentrare l'attivita' sessuale in un solo giorno puo' ...non essere sufficiente.Riduca il fumo e,se il problema continua,si rivolga ad un esperto andrologo.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

avere una eiaculazione in 5 minuti la pone, sicuramente, tra coloro che hanno un accettabile controllo di tale fenomeno e può consentirle di avere rapporti soddisfacenti per lei e per la sua partner.
Il non riuscire ad avere una seconda, immediata erezione, può dipendere da fenomeni fisici, di neurotrasmettitori ( non tutti i maschi hanno lo stesso periodo di latenza tra due erezioni)
Tutti i farmaci ad azione sul sistema nervoso centrale potrebbero avere relazioni con il fenomeno erettile anche se il farmaco che lei assume non dovrebbe avere tali fenomeni. Il peggior nemico delle strutture vascolari che garantiscono l'erezione è il fumo di sigaretta. lasci perdere di fumare !
cari saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Rgazzo,
come suggerito da chi mi ha preceduto, mi sembra di leggere nelle sue parole, un approccio errato alla sessualità, c'è un accanimento verso la ripetizione convulsa del coito, con il rischio di dannegguìiare il libero fluire del desiderio, eccitazione, orgasmo.
Consulti un andrologo e, successivamente un sessuologo clinico, con i quali effettuare una diagnosi corretta di eiaculazione precoce, altrimenti entra nella trappola della " soggettività" dei tempi eiaculatori.
Un caro saluto.



www.valeriarandone.it
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni qui ricevute dai colleghi e dalla Dra Randone, se desidera poi ancora approfondire queste tematiche, le consiglio proprio la lettura del suo bel libro: "Sessualità: usi e costumi degli italiani sotto le lenzuola" Casa Editrice Kimerik .

Un cordiale saluto