Utente 158XXX
Gentile Dottore
Sono una ragazza di di 22 anni e soffro di pressione bassa da circa 2 anni. Ad essa si accompagnano stanchezza forte(infatti mi sveglio gia' stanca al mattino),mancanza di forze,sensazione di testa "vuota" come se non arrivasse la quantita' necessaria di sangue alla testa,sensazione di svenimento,talvolta anche nausea e spesso mi sento come se nelle vene delle braccia perdessi potenza. Premetto che sono una ragazza molto molto ansiosa,ho sofferto di attacchi di panico e per curarli ho intrapreso una psicoterapia di tipo cognitivo/comportamentale con una brava psicoterapeuta con cui sono in cura da dicembre del 2008 poichè il mio primo attacco di panico risale a settembre 2008. Ho effettuato molti controlli medici e accertamenti vari proprio perchè questa serie di sintomi che ho avvertito poco prima che mi venisse il primo attacco di panico mi hanno talmente tanto spaventata e terrorizzata da pensare di aver tutti i mali piu' brutti e gravi,in poche parole non riuscivo piu' a "vivere".Gli esami che ho fatto sono molti e tutti negativi:prelievi del sangue vari,esami urine,visite neurologiche (piu' di una) senza pero' aver fatto l'elettroencefalogramma perchè non me l'hanno fatto,vari ecg,eco-cardiogramma,risonanza magnetica encefalo s.m.c,tac cranio s.m.c,vari rx alla cervicale (perchè mi hanno tamponato ben 2 volte nel giro di poco tempo ,una volta a settembre 2008 l'altra ad aprile 2009) da cui è risultata una "verticalizzazione"del rachide cervicale e cosi' ho fatto cicli di terapie per il collo(tens,radar,massoterapia) ma ripetendo i raggi è risultata nuovamente la verticalizzazione con tendenza alla cifosi,riduzione dello spazio intersomatico tra le vertebre C5,C6 e pertanto ho intrapreso sotto consiglio del mio medico curante una terapia fisiatrica sperando di recuperare la curvatura cervicale. Soffro di insonnia,nel senso che la notte mi addormento sempre molto tardi per vari motivi per cui riconosco che non ho un corretto ritmo sonno/veglia. Viaggio su valori pressori del tipo 90/100 su 60/65 ma molte volte la pressione si abbassa talmente tanto che non riesco nemmeno a guidare e stare in giro sopratutto tra la folla e infatti poi misurando la pressione ho 80/85 di massima e 50/55 di minima e mi sento uno straccio e poichè sono abbastanza ipocondriaca lascio immaginare che pensieri mi passano per la testa.Talvolta ho paura non solo di svenire ma di morire proprio. So' che la pressione è meglio bassa che alta pero' quando ci sono dei sintomi invalidanti tipo sensazione di svenimento e di testa "vuota" non so' quanto sia vero.Il mio problema è che temo di avere qualche patologia cardiologica o comunque qualche anomalia al cuore.Non so' che devo fare.Cerco di aiutarmi con cibi piu' salati,acqua e zucchero al bisogno,liquirizia,caffè ma davvero sono molto preoccupata.Le cose peggiorano con l'arrivo del caldo.Mi avevano consigliato al massimo di assumere il GUTRON" ma non l'ho ancora fatto.Che devo fare?AIUTO! CORDIALI SALUTI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signorina,
il riscontro di valori pressori inferiori alla norma è estremamente frequente nelle giovani donne, ed in genere, sebbene a volte provochi una sintomatologia particolarmente fastidiosa, non necessita di alcuna terapia.
I provvedimenti che ha già preso sono di aiuto a gran parte dei pazienti, ma la somministrazione di Gutron o altri farmaci va valutata caso per caso dal medico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dr.Fedi innanzitutto La ringrazio per la sua risposta tempestiva. I rimedi che ho uso per "rimediare" ai sintomi causati dalla pressione bassa me li ha consigliati il mio medico curante,tutti i vari medici che ho consultato di persona nel corso del tempo,familiari e amici vari. Riescono pero' soltanto in parte a darmi sollievo per questo ho richiesto anche qui un consulto. IL Gutron in gocce non è un prodotto nuovo per me in quanto molti anni fa'(quando frequentavo le scuole medie)all'eta' di 12/13 anni ne ho fatto uso perchè il mio medico curante l'ha ritenuto necessario (anche se ora non ricordo di preciso il modo di somministrazione che usavo). C'è da dire che pero' allora non pensavo piu' di tanto agli effetti collaterali dei farmaci e alle varie patologie esistenti pertanto prendevo il farmaco con una certa dose di tranquillita'. Ora la situazione è diversa per i miei motivi di ansia acuta che le ho spiegato in precedenza. Cmq ne parlero' di nuovo con il mio medico curante... Pero' volevo chiederLe: Quanto puo' influire il mio sfasato ritmo di vita sonno/veglia a livello cardiologico? Mi puo' danneggiare? Io ho fatto come gia' le ho detto diversi ecg nel corso di questi ultimi 2,3 anni e non è stato evidenziato nulla...ho fatto pure un eco-cardiogramma nel settembre 2008 ed è risultato negativo. Quello che mi turba è che l'eco-ecg e i vari ecg non sono molto recenti considerando che sono stati effettuati nel 2008/09 quindi non so' se possono essere ritenuti validi per escludere patologie al cuore e piu' in generale al sistema cardiocircolatorio. Lei che dice? Io avevo in mente di ripetere l'eco-ecg che è piu' specifico rispetto all'ecg proprio per averlo piu' recente e non so' se nel mio caso puo' essere utile anche qualche tipo di eco-doppler per vedere un po' la funzionalita' delle vene...pero' non saprei bene che tipo di eco-doppler richiedere per stare tranquilla. Oltre ad utilizzare rimedi tipo liquirizia,caffè,sali minerali,acqua e zucchero,piu' sale e di prendere in considerazione l'idea di assumere il Gutron ,o cmq qualche altro farmaco, vorrei accertarmi di stare bene dal punto di vista cardiologico. Perchè dare sempre la colpa all'ansia(di cui soffro),allo stress,all'errato ritmo sonno/veglia è semplice ma io voglio essere scrupolosa perchè tengo molto alla mia salute. Tempo fa'con il mio medico curante e non solo si era presa in considerazione l'idea con il mio medico di mettere un holter pressorio o un holter ecg poichè molto spesso mi capita di avere tachicardia e anche una sensazione di riduzione di battiti pero' poi è rimasta in sospeso.Il suo parere...? Aspetto sue notizie al piu' presto. Nel frattempo Le porgo nuovamente i miei piu' cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'esecuzione di un ECG Holter appare appropriata, più per fugare i Suoi dubbi di essere affetta da un problema cardiaco che per evidenziare un problema stesso, che con tutta probabilità non c'è.
Ripetere un ecocardiogramma, invece, non sembra allo stato avere indicazione (se il Suo cuore appariva morfologicamente e funzionalmente normale uno-due anni fa, il reperto attuale sarebbe uguale).
In ogni caso, da quanto scrive sembra proprio che il Suo problema principale sia rappresentato dalla somatizzazione dell'ansia: chieda al Suo medico se è il caso di richiedere una consulenza specialistica in tal senso.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dottor Fedi
Volevo informarLa del fatto che per mia sicurezza quest'estate mi sono sottoposta nuovamente a visita cardiologica presso uno medico specialista.Dopo avergli raccontato la mia "storia"medica e aver dato un'occhiata ai vari esami medici effetuati in precedenza,mi ha sottoposto a ECG ed ecocardiogramma. Per fortuna non ha riscontrato nulla di grave e come ha detto Lei non ha evidenziato anomalie dall'ecografia e nessuna cardiopatia. Sostiene che la mia ipotensione sia di origine costituzionale e anche dovuta a squilibri di natura ormonale che tralatro secondo Lui sono alla base dei miei ritardi del ciclo mestruale. Mi ha parlato di scorretto funzionamento dell'ipofisi o del surrene... Ne ho parlato con la mia ginecologa ma pap test e visita sono andati bene... soltanto l'ecografia alle ovaie evidenzia la multifollicolarita' delle stesse e un ingrossamento dell'ovaia destra rispetto alla sinistra ma ritiene si tratti di una caratteistica delle mie ovaie che spiega appuno la mia irregolarita' mestruale.In poche parole mestruo ma non tutti i mesi. Ora mi chiedo...secondo Lei ci puo' essere un effetivo collegamento tra questi squilibri ormonali e l'ipotensione di cui soffro? Stando a sentire quel che mi ha detto il cardiologo che mi ha visitata ho avuto paura del tumore all'ipofisi ma per ora la mia ginecologa non ha ritenuto opportuno farmi fare esami specifici per controllare e togliermi questa preoccupazione. Avrei voluto e tutt'ora vorrei provare a ricorrere al GUTRON per vedere un po'se riesco a sentirmi meglio ma secondo il cardiologo mi conviene assumerlo soltanto in casi di estrema necessita'.Vale lo stesso per il mio medico curante che preferisce che io curi il disturbo con rimedi naturali. L'ipotesi di mettere l'holter pressorio e/o ecg è rimasta in sospeso per ora..Lei cosa ne pensa in merito? E riguardo al resto? La ringrazio per la Sua cortese attenzione e nella sperata attesa di ricevere Sue notizie Le porgo i miei piu' cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Ah dimenticavo Dottore...Cosa intende dire per consulenza specialistica riguardo la "somatizzazione dell'ansia"? So bene cosa significa somatizzare e in effetti come gia' Le ho detto somatizzo molto l'ansia...non a caso ho sofferto e ancora tutt'ora soffro di ansia e attacchi di panico motivo per cui purtroppo faccio psicoterapia di tipo cognitivo-comportamentale da piu' di un anno e mezzo.
[#6] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signorina,
confermo quanto ho scritto qualche mese fa: Lei è cardiologicamente sana e gli episodi di ipotensione, sebbene fastidiosi, non Le arrecheranno alcun danno.
Per quanto riguarda i Suoi dubbi sul corretto funzionamento delle Sue ghiandole (ipofisi, surrene, ovaie e così via), sarebbe forse il caso di rivolgersi ad un endocrinologo che potrà eventualmente consigliarLe ulteriori approfondimenti, che però allo stato non appaiono necessari.
Infine, continui con fiducia la Sua psicoterapia: è proprio in quel senso che bisogna agire per far sì che si senta meglio.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dottor Fedi La ringrazio per la sua celere risposta. Le Sue parole relative al fatto che sono cardiologicamente sana mi sollevano moltissimo! Allora continuero' a gestire la mia ipotensione con i rimedi naturali che le ho elencato sopra ed evitero' anche di assumere il GUTRON(cosi' come mi ha suggerito anche il mio medico curante). Cio' che mi interessava sapere era appunto se potevo essere in pericolo dal punto di vista cardiologico e Lei mi ha aiutato. Grazie mille davvero! Cerchero' di rivolgermi a un endocrinologo per esporgli il problema relativo al mio andamento mestruale e gli faro' presente la correlazione che il cardiologo di quest'estate mi ha fatto riguardo i problemi di scorretto funzionamento delle ghiandole (ipofisi,surrene ecc) e l'ipotensione. Nel caso La terro' informata. Riguardo la psicoterapia sto' continuando a farla ma per motivi economici ho ridotto le sedute a 2 al mese anzichè 4 e spero di poter riuscire a risolvere il mio problema d'ansia e attacchi di panico in modo da riprendere il piu' possibile la mia vita "in mano".
Cordiali saluti e grazie ancora per la sua disponibilita'.