Utente 148XXX
Salve dottore,
qualche settimana fa per via di continui problemi intestinali e non(dolore, gonfiore, diarrea al mattino presto, aerofagia, nausea e difficoltà a digerire)ho fatto su consiglio medico le analisi per le intolleranza alimentari con prelievo del sangue.
Sono risultata intollerante a:
-maiale grado 2
-mela grado 2
-cipolla grado 3
-grano grado 3
-oliva grado 3.
Ho un po di dubbi al riguardo.
1)Per guarire dall'intolleranza occorre evitare assolutamente l'alimento incriminato o se lo assumo in quantità piccolissime va bene lo stesso?
ad esempio:Ho comprato dei biscotti a base di KAMUT ma che contengono OLIO DI OLIVA EXTRA VERGINE al 13%. Sarebbe un problema per la mia intolleranza all'oliva?
2)E se poi qualche volta mangio un pezzo di focaccia piccolo ma che è con farina di frumento..questo mi impedirà di guarire dall'intolleranza al grano?
3) Inoltre un intolleranza di grado 2 e di grado 3 cosa significano?
nel test c'è scritto:
grado 2: leucociti sferici rigonfiati
grado 3: leucociti vacuolizzati.
Che significano?
Mi scusi per le domande un po sciocche ma è la prima volta che mi trovo di fronte a una cosa del genere.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
queste domande dovrebbe rivolgerle al medico che Le ha consigliato un test (peraltro piuttosto costoso) che ha ampiamente dimostrato di non essere utile ai pazienti.
Cordialmente,