Utente 159XXX
Buongiorno,

Vorrei chiedere a voi un parere circa alla mia situazione dell’ultimo mese.
Ho riscontrato a seguito di un rapporto sessuale piuttosto prolungato con la mia ragazza ( abituale da 6 anni ) un lieve bruciore alla punta del pene.
All’inizio non gli ho dato molta importanza ma notando che non passava del tutto mi sono recato dal mio medico curante.
5 giorni di antibiotico dolore alleviato ma non passato, oltretutto ho effettuato un eco testicolare + ecocolordoppler scoprendo di essere affetto da varicocele sx di terzo grado da rivalutare meglio a settembre ( già prenotata visita andrologica )
In questi ultimi giorni noto che il problema va e viene sempre piu sporadicamente ( ad esempio ieri mentre giocavo a calcetto era come se mi pungesse la punta del pene ) non mi ha mai dato disturbi durante o nell’immediato seguito della minzione e nei rapporti sessuali.
Sono in un periodo di fortissimo stress, ed essere venuto a sapere che dovrò anche affrontare un intervento per il varicocele non ha contribuito a calmarmi.
Il mio curante mi ha prescritto una settimana di pomata da applicare sul glande mattina e sera ( gynocanesten se non sbaglio ) che sembra alleviare parecchio il fastidio.
Tuttavia le mie domande sono due :

- UN BRUCIORE PUNGENTE SALTUARIO E MAI CONTINUATIVO A COSA PUO’ ESSERE ASSOCIABILE? E’ CORRETTA LA TERAPIA???

- PER IL VARICOCELE QUAL E’ AL MOMENTO L’INTERVENTO CON MAGGIORI POSSIBILITA’ DI SUCCESSO E CHE RISCHI PROVOCA????

Grazie mille e mi scuso per essermi dilungato

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

per il bruciore la terapia consigliata potrebbe essere corretta.
Per il varicocele esistono tecniche di scleroterapia radiologica, di scleroterapia chirurgica e chirurgiche che hanno più o meno gli stessi risultati e che dovrebbero essere scelte in base a molti fattori legati alle strutture, ai Medici ed al paziente.
Problema fondamentale la diagnosi: Quando il varicocele si deve operare??
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la cortese risposta,

Ho programmato appunto una visita specialistica a settembre, l'ecografo che ha scoperto a tutti gli effetti il varicocele ha detto che di solito su uno di terzo grado si deve intervenire.
Ho comunque in programma oltre alla visita anche uno spermiogramma per vedere la situazione in maniera più completa.
Tuttavia il problema che al momento mi urge di più risolvere è quello del fastidio al glande, che con la pomata prescritta ( e 7-10 giorni di astinenza sessuale ) sembra dare una buoan risposta.
Tra l'altro il mio medico curante ha escluso tassativamente problemi di natura prostatica o di uretra, è questo che mi lascia un po perplesso visto che comunque non è uno specialista ma si è basato solo sulla mia età ( 25 anni )
Tuttavia i disturbi saltuari e a volte completamente assenti sembrano dargli ragione.

Grazie e mi scuso se mi sono dilungato.