Utente 162XXX
Gentile dottore,

purtroppo fin da bambino, 8 anni, a causa di un senzo di inferiorità dovuto ad una emiparesi destra alla nascita, ho avuto la tendenza alla masturbazione del pene che da poco sono riuscito a superare .La mia erezione attuale si aggira intorno ai 7 cm, ho un afflosciamento della pelle e un rigonfiamento al centro del pene.Vorrei quali sono le conseguenze che una tendenza così prolungata nel tempo può avere, soprattutto sulla mia vita sessuale.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
nessuna conseguenza, a parte forse mi pare di capire una certa robustezza di "manovre". meglio si faccia vedere per quel gonfiore che di qua non riesco a capire, forse dovuto alla robustezza delle manovre stesse. Ma nomn credo alteri gran chè-
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
MANCIANO (GR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

non penso che una attività masturbatoria, anche eccessiva possa determinare cambiamenti nella forma e struttura del pene.
Direi che sarebbe senz'altro il caso di chiedere una visita dal suo medico o da uno specialista andrologo o urologo che possa valutare se esistano problemi dimensionali o problemi del prepuzio tali da determinare fimosi o difficoltà di scorrimento dello stesso sul glande.
Lei è un maschio, adulto e non si crei problemi nel fare tali visite
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile lettore,
l'auto erotismo non ha nessun effetto collaterale, se non forse e nel tempo, sulla vita relazionale. Il perorso verso l'appagamento solitario, è più semplice e rapido, di quello di una vita a due, ma effetti diretti sulla vita sessuale non ne ha.
Auguri.



www.valeriarandone.it