Utente 123XXX
Caro Dottore,
le scrivo dopo aver effettuato ieri una ecografia strutturale durante la quale il medico mi ha detto che la mia bambina presenta una pielectasia renale bilaterale e dolicocefalia.Io ho 30 anni e sono alla 22+5, mentre la mia piccola è alla 21...le preciso che c'è sempre stato un ritardo di circa una settimana,che però era stato colmato e ora si è ripresentato.Le riporto alcuni valori DBP mm49 DOP mm68 plica nucale 4 mm diametro long del rene mm18 peso presunto 330gr repl gastrica e vescicale presente......Ciò che mi preoccupa è che il figlio della sorella di mio marito(che ha sempre presentato ematuria negli stati febbrili) ha una sospetta sndrome di alport,con ematuria negli stati febbrili.Insomma non sò cosa fare.......mi dica il suo parere.
Grazie anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara Signora,

le preciso che non mi occupo in prima persona di nefrologia pediatrica.

Non ritengo che l'alterazione ecografica renale possa essere connessa alla malattia di Alport.

Le consiglio di rivolgersi ad un centro di nefro-urologia pediatrica con esperienza specifica. Si faccia consigliare in questo senso dal suo ginecologo.
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottore
desidero innanzitutto ringraziarla per avermi risposto;anche se il dovermi rivolgere ad un centro di nefro-urologia pediatrica mi mette in ansia......in quanto secondo il mio ginecologo non devo preoccuparmi.Ma è normale che non siano riportate le misure di queste dilatazioni nel referto dell'ecografia strutturale? Inoltre cosa potremmo fare in gravidanza?e cosa succederà alla mia picola alla nascita??
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara Signora,

il fatto che la pielectasia renale bilaterale non sia quantificata rende difficile inquadrare bene il caso. Potrebbe anche essere un reperto auto-limitantesi, senza particolare significato patologico. Per questo andrà comunque seguito durante la gravidanza.

Esso però certamente merita una gestione specialistica, sia in gravidanza, sia soprattutto nel periodo peri-natale.

In bocca al lupo, un saluto