Utente 161XXX
Salve dottore sono una ragazza di 36 anni, le espongo il mio problema:
da qualche mese, in modo saltuario, avverto un fastidio a livello toracico non avverto dolore ma un malessere difficile da spiegare,è come un senso di nausea più leggero, come se non riuscissi a fare aria dalla bocca, come una presenza che non va ne su ne giù.Durante il mese di dicembre ho fatto un pronto soccorso per una dorsalgia che mi aveva invalidato il dorso e le braccia e il petto, avendo paura che fosse un problema cardiaco sono andata appunto al pronto soccorso, lì mi hanno fatto le analisi del sangue: emocromo ed enzimi cardiaci, un elettrocardiogramma un ecocuore ed un rx toracico tutto nella norma, adesso le voglio chiedere se potrebbe trattarsi di un problema cardiaco, se devo farmi vedere da un cardiologo e da cosa potrebbe dipendere il mio problema, sono un pò preoccupata. La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
vista la sua età e sesso la probabilità di patologie cardiache è alquanto bassa. D'altra parte, avendo effettuato già diversi esami cardiologici e non essendo stato riscontrato nulla, la probabilità risulta ancora più bassa. Visto quanto mi descrive io le consiglierei di effettuare approfondimenti a livello gastro-esofageo, per verificare se fosse quella la causa dei suoi disturbi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Brondi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ADRANO (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentile Utente come correttamente le ha segnalato il Collega la possibilità di patologia cardiaca, che è sicuramente la prima causa da esaminare nel caso di dolore toracico dei soggetti in età avanzata,è " alquanto bassa". Il Collega giustamente sottolineava altre cause sicuramente più frequenti che potrebbero giustificare anche la nausea. Quindi è consigliabile parlarne con uno specialista gastroenterologo per valutare, come minimo su dati anamnestici, se un reflusso o una alterazione motoria esofagea possa giustificare i suoi sintomi.
[#3] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Dottori vi ringrazio molto per la risposta, ho fatto anche degli esami a livello gastroesofageo, ho fatto due gastroscopie tre anni fà da cui non è risultato nulla, il gastroenterologo mi disse che ero affetta da colon irritabile e che quindi il mio problema era di tipo colitico, ho effettuato una ecografia addominale lo scorso novembre ed era tutto a posto, avevo solo una discreta quantità di aria intestinale. Vi ringrazio nuovamente. Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Brondi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ADRANO (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentile Utente ho piacere che lei abbi già preso contatti con un gastroenterologo, che il Collega abbia posto una diagnosi clinica di sindrome dell'intestino irritabile e che nessuna patologia " rilevante" sia stata documentata all'ecografia e alla gastroscopia.
Tuttavia le segnalo che, se " eventualmente" la sintomatologia toracica persistesse, sarebbe utile considerare che la gastroscopia nel 60% dei casi di reflusso è negativa e che un eventuale alterazione motoria dell'esofago andrebbe valutata con esofagogramma baritato ed eventualmente con manometria esofagea.
[#5] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore la ringrazio ancora una volta per i suoi chiarimenti e la saluto.