Utente 162XXX
Gentile Dott. sono una ragazza di 23 anni, è da circa un anno che ho una sensazione di svenimento QUANDO STO IN PIEDI FERMA, infatti appena cammino o mi siedo mi sento un pò meglio. Non sono mai arrivata a perdere i sensi perchè capisco cosa mi sta accadendo e infatti in alcune occasioni mi sono dovuta distendere anche per strada e la gente attorno a me mi ha riferito di essere molto pallida e con le labbra cianotiche (in un solo caso labbra cianotiche). Sono andata da un cardiologo e dopo un ecocardiogramma si è constatata la presenza di un prolasso mitralico con lieve insufficienza mitralica. Il mio cardiolgo ha ugualmente deciso di sottopormi a un esame elettrofisiologico visto gli episodi lipotomici. Durante l'esame è stata riscontrata una tachicardia nodale e per questo ho subito un'ablazione. Ma gli episodi di "quasi" svenimento non sono passati anzi sono aumentati e secondo il medico non sono problemi cardiaci. Come ho detto sopra mi capita solo se sto in posizione ortostatica; sento un bruciore alla testa e difficoltà a respirare come se la gola fosse chiusa, forte sensazione di svenimento e orecchie come chiuse . A volte avverto senso di nausea ma mai vertigini e/o giramenti di testa. Dopo questi episodi sbadiglio continuamente e sento una forte pesantezza alla testa e leggerissimo dolore alle tempie e stanchezza generale. Ho fatto altre visite, oltre a quella cardiologica, ed esami:
RMN ENCEFALO esito negativo
HOLTER CARDIACO 24H esito ritmo sinusale (che il mio cardiologo ha detto che è una cosa comune)
ESAMI DEL SANGUE per eventuale anemia, ma è tutto nella norma
VISITA OTORINO esito negativo
VISITA IN MEDICINA esito solo un nistagmo nell'occhio e nella parte sinistra (per questo richiesta visita neurologica ancora da fare)
RX STOMACO DUODENO (per eventuale ernia iatale) esito negativo
Esclusi anche problemi tiroidei.
Devo solo fare un ECO DOPPLER (anche se mi chiedo se problemi alla carotide possono dare questi sintomi?!)e una RMN CERVICALE (anche se i medici mi hanno detto che in caso di problemi cervicali le sensazioni di svenimento sono quando si cammina e no se si sta in piedi ferma. aggiungo che ho la pressione non tanto alta in media 100-110/70
Non so più cosa fare e a chi rivolgermi perchè questo problema condiziona profondamente la mia vita quotidiana perchè in qualunque posto mi trovo (all'aperto o al chiuso, sia che c'è caldo sia che c'è freddo, in un luogo affollato o isolato) se sto in piedi ferma mi sento male.
Non pretendo una diagnosi del mio problema, vorrei solo essere orientata e consigliata su eventuali esami da fare in base alle vostre conoscenza riguardo questo problema. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
La sua sensazione di svenimento con un Holter negativo (il ritmo sinusale è il ritmo normale del cuore), potrebbe essere dovuto a quella che viene comunemente chiamata reazione vaso-vagale, che determina un abbassamento della pressione (che nel suo caso parte già da valori abbastanza bassi). L'esame principe per porre questa diagnosi, che tuttavia non richiede un trattamento particolare, è il tilt test, che tuttavia deve essere prescritto solo dopo valutazione specialistica.
Un consiglio è quello di aumentare l'apporto idrico, per rendere meno probabili questi episodi.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore per la celere risposta. Con questo esame l'episodio lipotimico si verifica oppure è possibile che l'esito sia negativo pur avendo qualcosa? è il mio cardiologo a doverlo richiedere o anche il mio medico di base? Se l'esito è positivo c'è una cura per questo malessere?
Comunque io bevo circa 1,5 o 2 litri al giorno e mangio pure frutta e verdura.
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
L'esame è in grado di rendere piu' probabile uno svenimento, permettendo cosi' di porre diagnosi di impostare una eventuale terapia. E' un esame prescritto dal suo medico di base con o senza indicazione di un cardiologo.
1.5-2 litri di acqua è una quantità normale. Un eventuale incremento potrebbe darle dei benefici.
Mi faccia sapere.
A disposizione per ulteriori consulti
[#4] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Bene allora lo farò al più presto sia l'esame che cercare di bere di più. Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
si ricordi, se lo riterrà opportuno, di farmi sapere l'esito del test.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Dott. mi può spiegare bene in cosa consiste questo esame? è vero che mi verranno procurati da 2 a 3 svenimenti con un farmaco?
[#7] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile tutente.
La faranno stendere su un letto basculante (misurandole la pressione e eseguentdo un tracciato ECGrafico) e la faranno passare dalla posizione supina a quella in piedi e viceversa, con la somministrazione di un farmaco vasodilatatore. Se il test sarà positivo le capiterà di svenire, altrimenti no.
A disposizione per ulteriori consulti
[#8] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Ah! Quindi se è positivo svengo?! Non sarà una bella sensazione se ci penso però è l'ultimo esame che può darmi una risposta!
Grazie ancora
[#9] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Mi faccia sapere, se lo riterrà opportuno, l'esito del risultato.
[#10] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore. Vorrei chiederle un'informazione...ho ritirato l'esito dell'holter e ci sono cose che un anno fa non c'erano, come per esempio bradicardia con 10 battiti mancati ed episodi sopraventicolari e ventricolari. Vorrei chiederle ma è possibile che quese cose siano risultate dopo l'ablazione? Questa può aver avuto conseguenze negative? Siccomne ho letto che la bradicardia comporta sincope e sensazione di stanchezza è possibile che i mie episodi di "mancamento" dipendano da questo? Ma la bradicardia è grave?
Scusi per le innumerevoli domande ma sono un pò preoccupata che mi siano risultate tutte queste cose che non avevo prima dell'ablazione e mi chiedo se mi abbia fatto veramente bene!
Cordiali saluti