Utente 162XXX
Salve,
ho avuto una piccola ciste sebacea sulla schiena per un periodo abbastanza lungo che improvvisamente si è infiammata. Dopo una cura di antibiotici e impacchi di disinfettante, pur permanendo l'infiammazione il chirurgo che mi ha seguita ha ritenuto di incidere la ciste ed asportare il materiale formatosi. Mi ha messo un drenaggio. Alla seconda visita, dopo due giorni, ha cambiato la medicazione e rimosso ancora materiale. Mi ha rimandato ad una terza visita tra due giorni. E' un modo di procedere corretto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Il mancato successo del trattamento antibiotico ha verosimilmente resa necessaria l'incisione del focolaio ascessuale con drenaggio del materiale purulento.
In linea di massima mi sembra che la procedura sia regolare.
[#2] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Pur essendo impossibile esprimere un giudizio a distanza sull' operato di un collega nei confronti di un paziente che non si è visitato, si puo' dire che è un percorso abituale che in genere seguono i pazienti affetti da patologie di questo tipo. Auguri!