Utente 163XXX
Gentili,
Ho 28 anni e nel 2004, dopo 5 mesi che prendevo la pillola, mi è stata diagnosticata “trombosi della vena cava inferiore, vene iliache comuni, vena iliaca interna destra, vene iliache interna ed esterna sinistra, vena fermale comune, coinvolgente la vena safena magna, della vena femorale superficiale, vena poplitea di sinistra; probabile delle vene renali”.
Mi hanno detto che questo è stato causato dalla pillola ma anche perché hanno scoperto che nel tratto post-renale la cava inferiore è piuttosto piccola, nel suo lume vi è sbocco anomalo delle vene sovraepatiche dei segmenti 6 e 7.Il deflusso degli arti inferiori avviene attraverso ricco circolo collaterale peridurale; il deflusso venoso dai reni avviene a dx attraverso ricca rete varicosa periduodenale, mentre a sn attraverso la vena gonadica con inversione di flusso e vene retroperitoneali.
Mi hanno fatto subito esame emocoagulativo ed è risultato Lac test positivo ma con nota di rifare il test più avanti. Ho fatto stesso test tre mesi dopo nel 2004 dopo ed è risultato : “prolungamento del PT e riduzione dei livelli di proteina C e proteine S compatibile con terapia anticoagulante orale. Altri parametri nella norma o ai limiti di norma.”
Nel 2010 ho rifatto stesso esame ed tutto è risultato nella norma (alterazioni presenti sono causate dalla terapia anticoagulante che prendo e solo proteina S era un po’ più bassa). Il dottore ha fatto fare l'esame della proteina S ai miei genitori per vedere se da loro e nella norma e stesso esame è andato bene. Proteina S dai miei genitori è nella norma.

Dal 2004 prendo Coumadin, inr da 2-3, 1 e ¼ al giorno (6 gg a settimana) e 1 e ½ una volta a settimana in questo momento.
Regolarmente faccio eco-doppler-color-flow-venoso. Ultimo esame: “pregressa trombosi venosa profonda v cava inferiore,v iliaca esterna sin. V femorale comune, coinvolgente anche la v safena magna all’origine;trombosi anche della v.femorale superficiale, v poplitea omolaterali con segni di efficiente ricanalizzazione e formazione di circoli collaterali addomino-pelvici. Incontinenza valvolare secondaria post-trombotica. Non segni di trombosi venosa superficiale e/o profonda all’arto inferiore dx e iliaca esterna distale.

Mi hanno sempre detto che mia gravidanza dovrà essere pianificata.
Ho rifatto esame emocoagulativo per questa ragione. Mi hanno detto che dovrò passare da coumadin alla eparina a basso peso molecolare prima di rimanere incinta e che dovrò prendere eparina punture per tutta la gravidanza.
Volevo chiedere un vostro parere riguardo il mio caso. So che ci sono tante donne che prendono eparina ma la mia preoccupazione e la vena cava inferiore che è piuttosto piccola, che non si sa se li ci passa del sangue o no e che praticamente ho tutti i circoli collaterali. Secondo voi nel mio caso è possibile avere dei figli? Prima del 2004 non ho mai avuto nessun tipo di disturbi. Sono preoccupata perchè vorrei avere dei figli, ma sarà possibile?
Vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

i limiti di una valutazione a distanza le sono noti. potrebbe essere importante, come sempre, non solo leggere il referto ma visualizzare le immagini da lei descritte.

maggiori informazioni potrebbero essere richieste ai colleghi ginecologi a cui la invito a rivolgersi.

di certo converrà, nel momento della decisione, fare un ulteriore controllo di valutazione.

cordiali saluti