Utente 163XXX
Buongiorno, il giorno 8/6/10 mi padre è andato al pronto soccorso in quanto si sentiva molto affaticato, aveva problemi a respirare (da qualche giorno non riusciva a respirare se disteso sul letto), ed aveva un edema a gambe e caviglie. Al pronto soccorso è stato diagnosticato uno scompenso cardiaco ed è stato ricoverato nel reparto di cardiologia dove è stato dimesso il giorno 14/6/2010.

DI seguito vi riporto le informazioni sulla diagnosi e terapia.

Diagnosi di dimissione:
Scompenso cardiaco in cardiomiopatia dilatativa ipocinetica. Ipercolesterolemia. BBS

Decorso clinico:
Paziente senza precedenti cardiologici, ricoverato per quadro di scompenso cardiaco in presenza di cardiomiopatia dilatativa-ipocinetica di primo riscontro. Buona risposta alla terapia diuretica con ripristino del compenso. Ben tollerato l'avvio di bisoprololoe di sartanico. All'ecocardiogramma presenza di ipocinesia diffusa del ventricolo sinistro con riduzione della funzione contrattile. Normale funzione tiroidea. Viene dimesso con programma di controllo con TC coronarica per escludere una genesi ischemica della cardiopatia.

Terapia:
Congescor 2.5mg
Tareg 40 mg
Lasiz 25 mg 2 compresse
Luvion 1/2 compressa
Rosuvastatibna 10 mg

Nell'ecocardiogramma (14/6/10) vengono riportate le seguenti conclusioni
Radice aortica nei limiti. Dilatazione biatriale. Ventricolo sinistro dilatato, ipertrofico, con ipocinesia diffusa condizionante severa riduzione della funzione contrattile (FE circa 20%). Insufficienza aortica lieve. Insufficienza mitralica moderata. Insufficienza tricuspidle moderata. Vena cava inf. dilatata. Piccola falda di versamento pericardico posteriore.
Radice aortica: mm 37
Ventricolo sinistro: diametro diastolico 74mm, setto 15mm, parete posteriore 14 mm

Nel RX torace standard (2P) del 8/6/10 vengono riportate le segenti conclusioni:
L'esame è satto eseguito nelle due proiezioni ortogonali, in ortostatismo.
Con addensamenti parenchimali di natura fisiologica in atto.
INgrandimento di entrambi gli ili con diffusi segni di congestione del piccolo circolo. Presenza di versamento pleurico a destra con ispessimento della e della piccola scissura.
Obliterazione seno costofrenico sinistro.
Ingrandimento dell'immagine cardiaca.

A questo vi aggiungo un'informazione che mi sembra che venga trascurata dai medici curanti. Circa due mesi fa mio padre era andato da un pneumologo a causa di problemi respiratori. Da qualche tempo mio padre aveva una tosse persistente, catarro, e problemi respiratori. Gli era stata diagnosticata una sindrome ostruttiva di grado medio. La terapia indicata per questo problema è stata la somministrazione per due volte al giorno di sinestic 160.

Vorrei avere indicazioni su cosa aspettarmi e su come comportarmi.
Il cardiologo si è limitato a dire che la situazione è critica ma non può fare una prognosi prima dei risultati della TC(27/6). Il medico di famiglia ci ha detto che se peggiora potrebbe necessitare di trapianto.

Grazie

Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'indicazione datale dal collega cardiologo è giusta, senza l'esame coronarografico non è possibile effettuare una diagnosi di certezza, ovverossia se la disfunzione cardiaca è legata o meno ad un problema ischemico o no. Gli scenari terapeutici e prognostici, in base all'esito della coro, possono variare di molto, pertanto non può far altro che procedere con l'iter diagnostico programmato.
Saluti