Utente 163XXX
Salve e grazie in anticipo per il tempo che mi dedicherete. Sono un infermiere professionale, stamattina ho avuto un piccolo incidente. Palpando la vena di un paziente in attesa di fargli un prelievo mi sono accorto di avere il dito un po sporco di sangue dovuto al fatto che mentre la palpavo si è staccata una piccola crosticina dovuta ad un precedente prelievo (circa 3 ore prima). La mia domanda è questa, posto il fatto che il polpastrello è perfettamente integro (cute integra) corro qualche rischio per HBV,HCV o HIV? Non ho informato il mio caposala anche perchè al paziente è stata fatta giorni fa la routine e non ha nulla. Nel cas avesse qualcosa di sopra citato rischio cmq qualcosa? So che un laureato non dovrebbe fare certe domande ma sono ansioso per queste cose, e vorrei una conferma da parte vostra. Un ultima cosa: eventuali test vanno fatti entro 90 giorni per HIV e 180 per HBV e HCV giusto? per HBV e HCV si arriva a 180 solo per giusta prudenza, ma se è negativo dopo 90 giorni ipoteticamente si può stare tranquilli almeno al 90%? Vi ringrazio tantissimo.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
non credo rischi niente, ma la negatività dei test, soprattutto passato il, periodo finestra, significa che non ha nulla.

saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la celere risposta dottore. Per capirci, devo fare cmq i test per essere sicuro? Volevo anche una risposta riguardo alla mia domanda sui periodi finestra. La ringrazio molto.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

concordo con il collega Mocci; anche secondo me non ha corso alcun rischio di contagio, perché la cute integra è una efficace barriera protettiva.
Di conseguenza, non ritengo necessari effettuare i tests sierologici.

Rispondo all'altra domanda sui test.
Per le epatiti B e C il periodo finestra dura 6 mesi, per l'HIV 3 mesi.

In particolare, per l'HIV, in caso di sospetto contagio, i test vanno fatti a 30 giorni (sicurezza del 97%) e a 90 giorni (completamento della sicurezza al 100%).

Per l'HBV e l'HCV i test vanno fatti almeno a 30 giorni, a 90 giorni e a 180 giorni, ma già il test a 90 giorni dà una sicurezza molto alta.

Bene sarebbe fare anche un test al tempo 0, solo per fotografare la situazione di partenza; ciò è utile nel caso che, se vi fosse malauguratamente una sieroconvesione, si debba inoltrare una richiesta di indennizzo o di risarcimento danni.

Cordiali saluti.