Utente 163XXX
salve,
sono una ragazza di 29 alla quale hanno diagnosticato una capillarite purpurica (probabilmente una dermatite pigmentaria progressiva di Scbamberg)
La prima manifestazione di rottura di capillari l'ho avuta l'anno scorso nel mese di febbraio a carico degli arti inferiori e superiori; A distanza di un anno si è ripresentata in forma più grave ed estesa e accompaganata da prurito; ad oggi è ancora manifesta.
Ho fatto alcune analisi (VES, PCR, Fibrinogeno, Coagulazione, emocromo,F epatica e renale, ANA)con risultati rientranti nella norma.
Ho notato che il problema peggiora se faccio uso di alcune sostanze (es olii essenziali), se indosso particolari tessuti (es jeans) e se mi espongo al sole.
Cosa potrei fare per escludere che si tratti di una reazione allergica (non a farmaci perchè non ne faccio uso)o di una manifestazine legata al diabete mellito, o a qualche forma di leucemia?E' una malattia che può degenerare?
esistono centri di eccellenza a cui potrei rivolgermi per una diagnosi più precisa e meno nebulosa?
Grazie
saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
se la diagnosi è quella, lo è.
Le capillariti purpuriche in genre vengono per ragioni perloppiù sconosciute. Cofattori sono l'esercizio fisico, l'esposizione a sole, insufficienza venosa.
Da un punto di vista terapeutico non ci sono delle terapie di efficia comprovata e univoca, quindi ognuno fa un pò secondo la sua scuola e la sua esperienza.
Le terapie proposte sono di volta in volta setroidi, ciclosporina, fototerapia con UVB NB, vasoprotettori, altro.
Io, nella mia esperienza mi avvalgo sicuramente di terapia a base di capillaro protettori e, se è il caso, di steroidi.
Non credo che, cambiando centro, ne avrebbe un reale beneficio.

Saluti

Mocci



[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Gent.le Dr Mocci,

la ringrazio innanzitutto per la tempestiva risposta;
Le mie preoccucpazioni sono dovute al fatto che esistono diverse forme di capillariti più o meno gravi (es Vasculiti) fine a se stesse o manifestazioni di problemi più grossi quali Leucemia e Diabete Mellito.Al momento non mi è stata fatta una diagnosi precisa che escluda o meno altre patologie mi è stata solo etichettata col nome di "Capillarite Purpurica" la rottura dei capillari di cui lamento.
Esistono esami particolari che possono rivelarsi utili per individuare eventuali sostanze allargizzanti o per escludere senza dubbi patologie più gravi?

Grazie ancora
saluti


[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora,
le allergie, in genere non c'entrano nniente, per cui...
Le vasculiti, ma non credo sia il suo caso, possono in effetti avere varie cause, ma, da un punto di vista clinico, sono ben di più che qualche picchiettatura, come lei dovrebbe avere. Credo sia assolutamente fuoriluogo, stante la diagnposi che le è stata fatta, fascirsi la testa. Ancora meno opportuno è navigare su internet o interloquuire sui forum ( a parte siti di ceertificata e comprovata serietà come Medicitalia) perchè vi scrive chiunque, ma soprattutto delinquenti e ignoranti si possano trovare in giro, col risultato che, poi, la gente si terrorizza.
Per cui stia serena e vedrà che la sua capillarite migliorerà pian piano. Diversamente si confronti col suo dermatologo per tutti i chiarimenti del caso.


saluti
Mocci
[#4] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Gent.le Dr Mocci,
ho ottenuto l'esito di alcuni esami prescritti e qualche valore è anomalo:
ACA Ig.M 16,0
Gamma Globuline 20,5
Ferro 45

Dovrei preoccuparmi?
Confermano la diagnosi di capillarite oppure ci dicono qualcosa in più?

La ringrazio anticipatamente

Cordialmente