Utente 163XXX
Gentili dottori,
ho 27 anni e da tempo il mio sonno è costantemente caratterizzato da sogni angoscianti, al risveglio quindi sono sempre in preda all'ansia, e ciò accade a prescindere dalle situazioni che vivo nella vita reale (cioè sia in periodi difficili che in periodi di serenità). Premetto che da piccola ho sofferto di asma e ho una rinite allergica che mi impedisce ormai di respirare con il naso, motivo per cui durante la notte sono costretta a dormire con la bocca aperta (a detta dell'odontoiatra questa è stata la causa di una sublussazione alla mandibola che ho avuto qualche anno fa). Mi chiedo anche se l'antistaminico che devo assumere quotidianamente (aerius) possa causare effetti collaterali di questo tipo; per un periodo ho assunto montegen che mi provocava incubi terribili e ho dovuto interrompere la terapia. Avendo letto inoltre che le apnee durante la notte possono provocare disturbi del sonno, mi chiedo se la causa dei miei incubi notturni possa essere questo.
Grazie,
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno.
Dubito fortemente che l'antistaminico possa essere la causa degli incubi (e anche il montelukast; peraltro, a quanto pare, ha continuato ad averli nonostante la sospensione).
Chiaramente dovrebbe cercare di trattare al meglio tutta la patologia organica (rinite, asma, apnee notturne) e rivolgersi ad uno psichiatra nel caso in cui il problema dovesse persistere.
Saluti,