Utente 163XXX
Buongiorno,
il mio compagno ha 32 anni ed ha sempre avuto una vita sessuale molto intensa.
i problemi sono sorti quando ha perso il lavoro ed è caduto in depressione,senza però essersi curato in tal senso.ha cominciato a mangiare a dismisura e a non aver voglia di fare niente,neanche uscire di casa.
a distanza di mesi sebbene la situazione lavorativa ha trovato rimedio(fa turni di notte psicoloogicamente stressanti) in lui è rimasto un forte calo del desiderio associato ad una stanchezza permanente.
attualmente io sono alla fine di una gravidanza da entrambi a lungo ricercata e quando affronto il discorso,mi rendo conto che la prende come "scusa" per liquidare il discorso.
secondo me il problema depressione purtroppo è rimasto irrisolto e non vorrei compromettere oltre che al mio stato psicologico anche il nostro equilibrio di coppia.avreste una soluzione da proporci?
Ringraziando anticipatamente
Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,va da se che il problema psicologico sia palese ma,se dati sono realiil Su partner e' fortemente in sovrappeso e cio' incide sul disagio sessuale riferito.Per non cadere in facili e scontate banalizzazioni,consulterei un esperto andrologo per porre una diagnosi rigorosa.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,
dopo una scrupolosa diagnosi andrologica, vi suggerirei di rivolgervi ad un sessuologo clinico, esperto in dinamiche di coppia, il calo del desiderio è una disfunzione sessuale frequete, risolvibile e dalla complessa diagnosi, perchè correlato ad un'infinità di fattori, che stanno dentro e fuori ala coppia.
Auguri.









www.valeriarandone.it
[#3] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio entrambi per la solerte risposta.
ci rivolgeremo al più presto ad un buon andrologo.
Grazie mille!