Utente 164XXX
ho 30 anni ma la problematica che espongo di seguito mi accompagna sin dalla prima età dello sviluppo. La pelle che ricopre il glande tende a scorrere verso il basso senza difficoltà; il problema è che spesso (non sempre ma con una frequenza notevole) rimane “imprigionata” al di sotto del glande stesso, non riuscendo a scorrere verso l’alto e compromettendo in parte il piacere provato durante il rapporto sessuale. Ciò accade in verità sia durante l’atto masturbatorio che durante il rapporto sessuale con la mia partner. Se nel primo caso è possibile in qualche modo regolarsi (ridistendendo la pelle sul glande e cercando di eseguire movimenti più attenti), più difficile appare la situazione durante il rapporto sessuale (in cui, va da sé, non è opportuno fermarsi più volte per rimettere “tutto” in ordine). Questo disturbo ha una denominazione scientifica? Si tratta di parafimosi? Esiste un rimedio?
Grazie
Mario

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
un nome si può dare a qualcosa dopo averlo visto. probabilmente non è una parafimosi ma un'esuberanza del prepuzio. è solo un'ipotesi, ovviamente.
rimedi... probabilmente chirurgico.
cordialmente