Utente 164XXX
Salve, sono un ragazzo di 35 anni e da circa 1 anno soffro di disturbi gastrointestinali, all'inizio i primi mesi erano distrurbi lievi stitichezza, diarrea, pesantezza, dolorini addominali ecc... i soliti diciamo. Dopo qualche mese sono peggiorati con comparsa di forte nausea e sensazione di mancata erruttazione quasi soffocante poco sopportabile e forte bruciore allo stomaco, poi col passare del tempo si sono aggiunti dolori addominali continui sempre piu' forti, una pancia sempre gonfia e dura, quindi meteorismo, e soprattutto si sente molto bene una corda trasversale veramente dura sull'alto addome e gonfiore abbastanza duro diffuso sulla parte destra mentre a sinistra tutto ok, anche se sul fianco sx provo spesso dei dolori come delle fitte o forse meglio degli (schiumaggi) verso l'ora di cena sia prima ma soprattutto dopo,i bruciori allo stomaco ancora persistono soprattutto dopo 3-4 ore dai pasti, e spesso o nausea specie al mattino. A tutto cio' ultimamente mi si è aggiunto un dolore alla schiena nella regione lombare al centro forse piu' spostato a sx.
Mi sono accorto inoltre che premendo sul lato destro vicino all'ombelico mi corrisponde immediatamente una fitta molto forte a livello lombare nella zona dove ho descritto prima. Ho fatto varie visite e vari accertamenti (ecogafia addome, tac con mezzo di contrasto, 2 gastroscopie con biopsia, colonscopia con biopsia dell'ileo, un sacco di analisi. Mi è stata diagnosticata una gastrite atr. cronica, una piccola ulcera duodenale in fase avanzata di riepitalizzazione, una adenomesenterite con linfonodi ingrossati, una possibile colestasi, un' infiammazione intestinale evidente diffusa anche se dalla colonscopia non è emerso niente, una possibile infiamazione dell'appendice. Tutti gli esami del sague effettuati sono nella norma tranne gli acidi biliari che erano alti poi in un secondo esame sono tornati nella norma e i gpt/alt leggermente piu' alti della norma oltre alla bilirubina indiretta essendo affetto da sindrome di Gilbert almeno cosi' mi hanno sempre detto. Durante questo periodo le feci sono sempre state malformate, strane ma soprattutto sempre bagnate sempre sempre muco. Ora mi hanno prescritto una cura con Pentacol 80 1+1 compr., floretrix, deursil 450 1 compr., mepral 20 1 compr., e normix 2+2 per i primi 5 gg. di ogni mese. Visto che sono abbastanza preoccupato e stanco di questa situazione volevo saper un vostro parere generale e soprattutto a riguardo di questo ultimo sintomo alla schiena visto che premendo in un punto preciso dell'addome (a destra adiacente all'ombelico)mi da delle fitte come ho descritto in precedenza. Quest'ultimo credo sia un sintomo abbastanza univoco e quindi mi auguro di piu' facile interpretazione rispetto a tutti gli altri sintomi molto vari e difficilmente descrivibili.Sicuro di una vostra celere delucidazione ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti. Daniele.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile Daniele,
l'insieme dei segni e dei sintomi che descrive possono far pensare ad una malattia infiammatoria intestinale che dovrebbe sicuramente migliorare con i farmaci prescritti. In questi casi il dolore addominale non è mai caratteristico ma varia da soggetto a soggetto e nello stesso soggetto da zona a zona.
La cosa migliore è quella di affidarsi ad un esperto gastroenterologo della sua città, che la aiuti a comprendere meglio i suoi disturbi.

Cordiali saluti