Utente 149XXX
buongiorno.
scrivo per la situzione di mia madre 49 anni.
l'anno scorso è stata ricoverata d'urgenza perchè improvvisamente ha iniziato a vomitare, e dopo alcune ore di vomito ininterroto è comparso anche il sangue. contemporaneamente mandava feci acquose.
dopo il ricovero la situazione si è normalizzata in 24 ore..è stata eseguita eco addome, rx diretta addome, tac addome ( senza mezzo contrasto, per allergia a farmaci )per sospetta pancreatite, ma non si evidenziavano significative alterazioni TDM a carico del pancreas nè versamento libero in addome.
tra gli esami ematochimici fatti si segnalano:
G.R. 4420000
G.B. 6530
Hb 13,2
Ht 37,5
MCV 84,8
PLT 259000
PCR 8,7
Na 138
K 3,7
Amilasi 64
Lipasi 356

la diagnosi di dimissione è stata: gastroenterite e screzio pancreatico.

Ha ripetuto gli esami dopo 15gg. e i valori si sono normalizzati..tranne PCR che è rimasta lievemente aumentata fino al controllo successivo (altri 15gg.).

Il medico di base ci ha detto che tutto portava ad una pancreatite, o infezione-infiammazione acuta, ma se la tac non evidenziava nulla non c'era da preoccuparsi..
a distanza di un anno, con gli esami nella norma, lamenta saltuariamente un dolore talvolta all'epigastrio, talvolta spostato a destra, talvolta sente un indurimento sotto le dita nel punto del dolore, ha meteorismo e soprattutto dopo aver preso il caffè lamenta addome gonfio.
la situazione va avanti da qualche mese..ma essendo saltuaria e comunque sopportabile ( il dolore dice di essere lieve ) non abbiamo fatto nulla..sottolineo anche che all'eco hanno trovato una modesta epatomegalia ( mia madre è in sovrappeso) e il medico ci ha detto di limitare i grassi nella dieta..mia madre si è proprio messa a dieta..aveva perso circa 10 kg...ma li ha ripresi tutti nel giro di 3 mesi ( dopo la scomparsa di mio nonno, suo padre ).

siccome è un pò restia a farsi controllare...volevo sapere se è il caso di fare una visita..magari un'altra ecografia dell'addome, ripetere le analisi del sangue..
so che online non si può fare una diagnosi..e che questi sintomi sono molto comuni...vorrei solo un consiglio su come comportarmi.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
se sua madre ha un dolore riferito alla regione epigastrica, pirosi gastrica, un controllo per un'eventuale gastrite sarebbe opportuno. Può iniziare con il test del "respiro" per la ricerca dell' Helicobacter, che può essere causa ( insieme ad altri fattori) di gastriti o di ulcere.L'indurimento sotto le dita può essere dato da una contrattura muscolare di "difesa". Essendo uan sintomatologia addominale, un controllo ecografico può sicuramente farlo, ma se ha spesso questi dolori sarebbe indicata anche una gastroscopia.E' chiaro che un regime di vita salutare, regolare con un'alimentazione sobria, semplice con ridotto apporto di grassi sarebbe indicato. E' inutile, infatti, sottoporsi ad indagini e terapie e non modificare ( per quanto difficile sia) lo stile di vita e l'alimentazione.
Le invio i miei più cordiali saluti.