Utente 164XXX
Mio figlio di adesso di 3 anni è stato operato di ipospadia subcoronale nell'ottobre 2008, nel marzo 2009 ha subito una prima dilatazione in anestesia per stenosi, poi dopo un'anno di osservazione ho deciso di far vedere una foto del bimbo durante la minzione al chirurgo che ha deciso di fare una seconda dilatazione.
In questo secondo caso il chirurgo ci detto ed anche refertato, che la modesta stenosi era situata in cima nei pressi del buchino per una lunghezza di 1-2 mm al livello epiteliale, e cioè secondo lui all'interno dell'uretra, la pelle tenderebbe a richiudere il buchino.
Le prime minzioni sono state perfetto, poi dopo 10 giorni il getto ha iniziato di nuovo ad assottigliarsi, fino ad arrivare ad oggi in cui si nota un mitto sicuramente ipovalido (la mattina impiega un minuto e mezzo) inoltre ora rispetto a prima fa la pippi quasi a spruzzo e cioè pochi centimetri dopo l'uscita dall'orifizio, diventa come una piggia.
In pratica ho provato a misurare il flusso medio che intorno a 3ml/sec.
In pratica, vorrei capire da qualcuno che non sia direttamente legato al problema di mio figlio e quindi possa parlare in onesta senza problemi:
- queste dilatazioni sono utili o semplici palliativi?
- servono veramente o sono un modo per sfiancare i genitori che poi si vedrebbero costretti a lasciare il chirurgo per cercarne un'altro
- quale potrebbe essere il motivo per cui mio figlio fa la pipì a spruzzo, quando nemmeno 20 giorni fa la faceva diritta anche se sottile?
-un'eventuale rioperazione, sarebbe possibile? avrebbe dei margini di successo?
grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutte queste problematiche post-chirurgiche nel bimbo ipospadico sono particolari e complesse ed un consiglio corretto è possibile darlo sempre e solo dopo una attenta e diretta valutazione clinica della reale situazione che si ha da affrontare.

Generalmente le dilatazioni sono un primo tentativo per cercare di migliorare lo svuotamento della vescica ma, se il problema permane, sicuramente e purtroppo deve essere programmata una nuova procedura chirurgica.

Riconsulti ora il suo urologo e con lui ridiscuta il problema clinico di suo figlio.

Un cordiale saluto.