Utente 164XXX
Sono staa operata a dicembre di appendicectomia, durante l'operazione hanno capito che era già in necrosi per cui ho avuto un taglio più grande e l'applicazione di drenaggio. Sono stata qualche giorno in più in ospedale per poter togliere il drenaggio al momento giusto. Di fatto quando dovevo togiere i punti, non è stato possibile perchè mi hanno detto che si presentava un ematoma interno per cui hanno praticato un'altra piccola incisione per provare a eliminare il problema. Adesso dopo 5-6 mesi provando dolori continui e sentendo un rigonfiamento delle dimensioni di un mandarino, all'addome proprio nella zona operata sono tornata in ospedale dove mi hanno fatto immediatamente un' ecografia. Diagnosi ernia sia all'apice della ferita che alla fine. Ho messo una guaina e eliminato esercizi addominali che stavo facendo per recuperare il tono muscolare. Continuo ad avere dolori soprattutto notturni e spesso soffro di diarrea. Può l'ernia portare questi sintomi? E dopo l'operazione ci sono recidive?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se ho capito bene ha un laparocele per il quale probabilmente è indicata una soluzione chirurgica.
I dolori potrebbero esserne conseguenza metre la diarrea non credo sia legata all' eventuale ernia o laparocele.
Si, dopo l'l intervento è possibile, anche se improbabile, compaiano recidive.Auguri!
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
grazie dottore per la risposta solerte.