Utente 160XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 25 anni, a Maggio a causa di alcuni linfonodi ingrossati, ho fatto alcuni esami del sangue e sono risultato positivo alla Toxoplasmosi (Anticorpi Anti-Toxoplasma IgM 103.0 s/co e IgG 131.5 UI/ml). Mi è stata prescritta la Rovomicina che ho assunto per i dieci giorni previsti. Ho quindi rifatto il test a distanza di un mesetto, come da ordine del medico, e oggi sono arrivati i risultati.
Gli Anticorpi Anti-Toxoplasma IgG sono schizzati a 431 UI/ml mentre gli Anti-Toxoplasma IgM sono scesi a 91.5 s/co. In sostanza pare che non sia affatto guarito...

Da cosa può dipendere? Il dottore mi ha prescritto un anti-biogramma batterico, sospettando una resistenza alla Rovamicina. Cosa ne pensa? Non è strano che, Rovamicina o meno, non sia riuscito comunque a debellarla da solo dopo un mese e mezzo (ponendo di averla contratta a metà Maggio quando mi si sono gonfiati i linfonodi)? Si è anche ventilata l'ipotesi di fare il test dell'HIV cosa che mi ha ovviamente spaventato.

La formula leucocitaria è migliorata (Neutrofili 45.4 % contro i 30.2 % del precedente esame; Linfociti 50% contro i 55% del precedente esame) anche se ancora non nei valori di riferimento.

Non soffro di nessun altro disturbo, linfonodi ingrossati a parte. Niente febbre o fenomeni al di fuori dall'ordinario a parte una leggera stanchezza dovuta al caldo.

Grazie mille!
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

certo che sta guarendo!

perché le IgG sono aumentate e le IgM stanno calando;
si tratta di anticorpi; le IgM sono le prime a comparire e si alzano nella fase acuta, poi compaiono le IgG e il loro aumento significa che si è immunizzato e che l'infezione sta regredendo.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dottore,
la ringrazio per la risposta e per avermi tranquillizzato. Sa, quando il dottore mi ha detto che c'era un'immuno depressione di qualche tipo ventilando l'ipotesi dell'HIV mi sono comprensibilmente spaventato.

Ma allora anche se l'infezione non è ancora del tutto regredita, non ci sono problemi dal punto di vista del sistema immunitario? Il dottore precedentemente mi aveva detto che sarebbe dovuta guarire in un mese, a maggior ragione se coadiuvata dagli antibiotici, il fatto che in un mese e mezzo non sia ancora guarita non desta preoccupazioni?

In effetti il numero di IgG essendo più elevato di prima tutto farebbe pensare meno che a una debolezza immunitaria, almeno agli occhi di un neofita come me.

La ringrazio ancora!
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
è proprio il contrario
quanto più sono alte le IgG meglio è
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dottore,
la ringrazio ancora per avermi tranquillizato.

Ero davvero in ansia temendo ben più gravi problemi (come l'hiv).

A questo punto devo solo attendere più tempo per la guarigione, evidentemente serve più di un mese e mezzo.

Ancora grazie mille!