Utente 164XXX
A gennaio 2010 mia madre è stata diagnosticato una neoplasia ovarica stadio IV dopo chirurgia con abbondante versamento pleurico al polmone destro che è progredito dopo 4 cicli di carbo-Taxolo.Sono stati allora eseguiti 2 cicli con carbo-caelyx con ulteriore progressione pleurica.A questo punto mia madre ha iniziato un trattamento con con carbo-Taxolo a cadenza settimanale che segue tuttora.
In aggiunta al versamento pleurico si è presentata un quadro di Carcinosi peritoneale.
Abbiamo allora deciso di chiedere un consulto medico a un noto oncologo che alla luce della progressione della malattia,all'età di mia madre suggerisce terapia di FAse I-II,se disponibile,previo contatto con una dottoressa residente in svizzera.In caso di non diponibilità del farmaco ci ha consigliato una terapia con Gemcitabina e alla valutazione di un eventuale talcaggio del versamento pleurico.Abbiamo quindi inviato richiesta alla dottoressa svizzera di cui attendiamo la risposta.Nel mentre,assolutamente non intenzionati ad arrenderci,abbiamo preso in considerazione di far sottoporre privatamente mia madre a una peritonectomia con chemioterapia ipertermica intraperitoneale che si spera risolva la carcinosi peritoneale che l'affligge.Secondo il suo parere la strada che stiamo prendendo e quella giusta?

Per una sua più facile valutazione le allego gli esiti delle ultime 2 TC di mia madre:

25/5/2010
Torace:Abbondante versamento pleurico destro,che raggiunge uno spessore massimo di 85mm,con collasso del parenchima polmonare attiguo...Minima falda di versamento pleurico sinistro con spessore massimo di 10mm.Multiple adenopatie in tutte le stazioni mediastiniche e ilari a destra,la maggiore della quale di 18mm nel baraty.Disomogeneità della ghiandola mammaria destra,con circoscritta aree iperdensa meritevole di controllo mirato.
Addome e Pelvi:Ciste biliare semplice di 6mm in corrispondenza del iv segmento in corrispondenza dello scavo pelvico si evidenziano 2 voluminose formazioni disomogenee con aree ipodense nel loro contesto,a contorni maldefiniti sedimentate con aree iperdense che assumono vivace c.e. di mm 65x75.Tali lesioni sono di pertineza ovariche non presentano piano di clivaggio con l'utero che appare francamente disomogeneo.Piccola falda di versamento periepatico nella doccia parietocolica di destra.Multiple linfoadenopatie in tutte le stazioni addominopelviche e nel ventaglio mesenterico alcune colliquate e talvolta riunite a pacchetto come in sede interaortocavale.Le maggiori presentano diametro di 20mm.Abbondante versamento libero douglass centimetraci.Linfonodi inguinali bilateralmente.

29/06/2010
Si conferma di abbondante versamento pleurico bilaterale piu' abbondante a destra dove raggiunge lo spessore di 62mm.Sono evidenti varie linfoadenopatie sia nelle stazioni medistiniche che ilari il maggiore delle quali all'ilo di destra di 14mm
Multiple linfoadenopatie e masserelle retroperitoneali delle quali nello sfondato retto-vescicale in parte necrotica rag
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

a mio avviso la strada migliore da percorrere è quella di un trattamento chemioterapico a due farmaci: cisplatino e topotecan. Doserei inoltre la cromogranina A per verificare se possibile aggiungere octreotide. La strada della chemioipertermia intraperitoneale con peritonectomia non mi sembra percorribile per lo stadio di avanzamento della malattia.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta.
Per quanto riguarda la dosazione della cromogramina A è già in programma per domani.Sulla peritonectomia in questi giorni abbiamo contattato un numero diverso di chirurghi e tutti ci danno ottime possibilità di riuscita dell'intervento alla luce soprattutto della giovane età di mia madre (43anni) e del fatto non irrilevante che al momento nessun organo vitale è stato attaccato dalla malattia,salvo che l'operazione venga svolta il prima possibile.Comunque vedo che lei è esperto nella tecnica dell'ipertermia oncologica..secondo il suo parere ci potrebbero essere dei possibili utilizzi di tale terapia nel caso di mia madre?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Di nulla, figurati. Se i Colleghi chirurghi ritengono opportuno intervenire in questa condizione non posso che esserne lieto. L'ipertermia capacitiva trova indicazione in questo caso come coadiuvante.


un caro saluto ed un grande in bocca al lupo

Resto a disposizione anche per un eventuale consulto di persona con tutta la documentazione

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it