Utente 164XXX
gentile dottore,

Circa 20 gg oro sono mi sono procurato una profonda ferita da vetro all'indice mano sx. La ferita è stata vista al ps dell'ospedale e il medico di turno, considerato che c'era il tendine "a vista" ha ritenuto di mandarmi in ortopedia. Qui hanno eseguito un piccolo intervento su cui, da subito, avevo forti perplessità - nel senso di andare a finire nel peggio ocome si dice. Comunque mi hanno suturato il tendine che onestamente non sembrava che appena appena interessato e ricucito la profonda ferita. Dito steccato etc. Ora magar io sono troppo diffidente per via dei casi di malasanità che si leggono ma le chieo: è NORMALE che mentre mi apprestro a togleire la 2la "stecca" il dito non riesca più a piegarsi? Mi devo preoccupare?

Grazie infinite, scusi la ostentazione di diffidenza ma ho avuto una brutta esperienza in passato

Distinti saluti
a.a.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Una immobilizzazione protratta irrigidisce temporaneamente le articolazioni. Sarebbe un problema se il dito fosse piegato e non si stendesse: questo indicherebbe una lesione completa dell'apparato estensore. Se la lesione è solo sul dorso del dito può stare tranquillo. Comunque, se "si appresta a togliere la stecca" vuol dire che non è ancora scaduto il termine: come fa a sapere che il dito non si piega, visto che la stecca non va mai rimossa? Tenga presente che una rimozione precoce della stecca può impedire la guarigione del tendine.
Le ricordo anche che questo parere è stato espresso senza averLa visitata, solo in base alla Sua descrizione: è indispensabile che chiarisca questo dubbio con l'ortopedico che La segue, perché solo la visita diretta permette una diagnosi.
Aggiungo per precisare che gli episodi di malasanità godono di ampia risonanza su tv e giornali, ma sono una infinitesima parte delle prestazioni effettuate quotidianamente, e che nella maggioranza dei casi quello che subito viene definito malasanità, dopo gli accertamenti opportuni, risulta dovuto ad altre cause, ma di questo dopo non si parla, perché non fa notizia. E' ovvio tuttavia che se ha avuto brutte esperienze personali è normale essere diffidenti.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore: la sua risposta mi tranquillizza. Nondimeno, se posso aggiugere qualcosa a quanto già detto, mi sono accorto che il dito non si "piega2 più durante le medicazioni. Si blocca propio nel punto dov'è stato suturato. Spero nel meglio ma mi preapro al peggio...

Saluti e Grazie infinite,

Alberto