Utente 164XXX
SALVE,
MIO MARITO è STATO DIMESSO OGGI DOPO UNA SETTIMANA DI OSPEDALE, è STATO RICOVERATO A SEGUITO DI UN INCIDENTE IN BICICLETTA CON LA SEGUENTE DIAGNOSI: AMAUROSI TRAUMA DELLA REGIONE ORBITARIA SX TRAUMA CRANICO NON COMMOTIVO RIMA DI FRATTURA OSSO SESAMOIDE, EDEMA CON SOFFERENZA NERVO OTTICO. GLI HANNO SOMMINISTRATO PER 7 GIORNI DELTACORTENE PER ENDOVENA, ORA SIAMO PASSATI ALLA TERAPIA ORALE, PRENDE NIMOTOP 20 GOCCE E 1 BUSTINA DI CEBROLUX 800. ABITIAMO NEL CENTRO ITALIA POTRESTE INDICARCI UN BUON CENTRO PER QUESTA PATOLOGIA.
IN ATTESA DI UNA VOSTRA RISPOSTA VI INVIO I MIEI PIU' CORDIALI SALUTI.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,

Riteniamo che Suo marito possa essere seguito in maniera più che soddisfacente presso il complesso universitario di Ancona.

Un grosso in bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Salve in seguito ad un consulto oculistico ci è stato detto che la patologia non è di competenza oculustica ma neurologica o di un oculista specializzato in danni neurologici ho in mano l'esito della tac e della rm potrebbe indicarmi a chi potremmo rivolgerci, il visus di mio marito è 1/60:

TAC:studio di dettaglio della regione orbito malare zigomatica bilaterale e del massiccio facciale. Lo studio nel dettaglio non ha evidenziato alterazioni ossee di significato traumatico a livello del comparto esaminato, si eccettua sottilisima rima di frattura in sede etmodiale superiore a sinistra con tracce di aria nel sottocutaneo corrispondente. Non apprezzabili lesioni ossee in particolare a livello delle lamine papiracee.

RM: Lo studio condotto a livello encefalico, completata da studio di dettaglio per la regione orbitaria, non mette in evidenza significative alterazioni focali di intensità di segnale a carico del tessuto celebrale esaminato, in tutte le sequenze eseguite. Quale reperto occasionale ed aggiuntivo si segmenta opacamento (post traumatico?) del comparto etmoidale. Lo studio del dettaglio in T1 e T2 condotto a luìivello orbitario ha evidenzato iperintensità filiforme di segnale a carico dei due terzi posteriori del nervo ottico di sx: di significato edematoso|flogistico?

Grazie per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Gentile signora,

Un riferimento nazionale per la Neuro-Oftalmologia è il collega Vincenzo Parisi. Troverà informazioni su di lui al link: www.vincenzoparisi.it

Ancora un grosso in bocca al lupo!