Utente 101XXX
buonasera,ringrazio in anticipo per una vostra eventuale risposta,questo il mio rpoblema,ho un figlio di 13 anni ,fabico,che nel maggio scorso,si trovava a scuola e proprio in quei giorni stavano tagliando l'erba del prato circostante,ha avuto un forte arrossamento ad un occhio ed avvertiva sintomi tipo raffreddore,compresa un po' di tosse,la mia pediatra mi ha prescritto collirio tilavist fluspiral e ventolin,due paf al giorno.dopo soli 2 gg di cura sono scomparsi tutti i sintomi e da allora niente piu',oggi ho effettuato le prove allergiche con questi risultati,graminacee 4 + olivo 3+ cipresso 2+,e la dottoressa mi ha parlato di un piano di vaccinazione quadriennale,con costi altissimi,circa 800 euro a ciclo.ora la mia domanda e' questa,e' proprio necessario fare le vaccinazioni dato che tranne questo episodio mio figlio non ha avuto altri sintomi e se queste vaccinazioni "risolvono" il problema,o se si puo' tenere tutto sotto controllo con antistaminici,anche la mia pediatra non ha saputo darmi risposte esaurienti e sinceramente mi sembra il tutto un po' esagerato anche perche' in famiglia non ci sono episodi di asma.cordialmente simona

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno.
Non entro nel merito della prescrizione terapeutica, dando per scontato che la collega abbia consigliato quanto di meglio pensava di poter proporre.
La scelta di effettuare l'immunoterapia specifica è da farsi di comune accordo, una volta esposti e valutati tutti i possibili benefici e l'impegno (fondamentalmente economico) connessi a tale trattamento. Il fatto che non esista familiarità per asma non significa nulla, pertanto non deve condizionare la decisione.
In alternativa si possono comunque utilizzare i farmaci "tradizionali".
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
grazie dott.marchi per aver risposto al mio quesito,volevo approfittare ancora della sua cortesia e chiederle cosa mi consiglierebbe lei,se il vaccino oppure optare per le cure farmacologiche tradizionali.nuovamente grazie simona
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Impossibile dare un giudizio sul caso specifico senza averlo trattato direttamente.
Mi spiace. Saluti,