Utente 138XXX
Buonasera,
scrivo per chiedere un parere circa ad un problema che ho da qualche tempo che mi provoca nausea, stipsi/dissenteria e problemi legati alla digestione.

Il mio medico mi ha prescritto degli esami per intolleranze alimentari "sparando nel mucchio" dato che non avevo mai avuto problemi simili prima d'ora e mi ha prescritto:

BIANCO D'UOVO (F1) < 0.10 kU/L
GAMBERO (F24) < 0.10 kU/L
TUORLO D'UOVO (F75) < 0.10 kU/L
Alfa LATTOALBUMINA (F76) < 0.10 kU/L
CASEINA (F78) < 0.10 kU/L
GLUTINE (F79) < 0.10 kU/L
FORMAGGIO FERMENTATO (F82) < 0.10 kU/L
CIOCCOLATO (F105) < 0.10 kU/L
CAFFE' (F221) < 0.10 kU/L
LIEVITO (saccharom. cerev. IgG F45) 6,75 mg/l



la conclusione è che sono allergica al lievito e a sstanze lievitanti.
In questo periodo ho carcato di evitare alimenti contenenti lievito ma ho ancora avuto la maledetta nausea e ho ripreso Normix.

Non so più cosa mangiare e sono seriamente preoccupata perchè quando finirò l'antibiotico avrò sicuramenti ancora problemi..sto a casa spessissimo dal lavoro e questo non mi aiuta con il mio lavoro a termine.

Vorrei chiedere:
- è possibile che abbia altre intolleranze?
- quanto tempo passa dalla assimilazione del cibo "velenoso" alla reazione?
- è possibile che abbia un altro problema non legato all'intolleranza?

vi ringrazio in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
ha già ricevuto una risposta in quest'area:

http://www.medicitalia.it/consulti/Allergologia-e-immunologia/155146/Rast-interpretazione

La conclusione NON è che "è allergica al lievito e a sstanze lievitanti". "In questo periodo ho cercato di evitare alimenti contenenti lievito ma ho ancora avuto la maledetta nausea e ho ripreso Normix", come volevasi dimostrare.
Il quadro clinico ("colite"+beneficio da Normix) indicherebbe l'utilità di una valutazione gastroenterologica (e verosimilmente l'esecuzione di una colonscopia o almeno di un clisma opaco, ed eventualmente anche di altri accertamenti tra i quali, se ritenuto opportuno, anche la visita allergologica).
Cordialmente,