Utente 808XXX
salve sono un ragazzo di 19 anni...circa 3 anni fa sono stato operato per via percutanea per un piccolo buchino nel cuore, pfo, e mi hanno messo un ombrellino...prima il buchino mi causava emicrania con aura che poi con l'operazione e scomparsa..ciò che mi pongo a scrivere e che domenica sono andato al mare e ho fatto un tuffo (con gli amici scherzando ) da un po di altezza e arrivatop male in acqua o sbattuto il petto proprio nella parte del cuore...la mia più grande paura è non e che si e staccato col botto??ho una tremenda paura...non o mai avuto più problemi ma mi e sorto il dubbio :( attendo risposte grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Quaglia
24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2010
E' difficilissimo che un Amplatzer possa sposizionarsi a distanza di anni, tanto meno per un tuffo.
Eventualmente, sentito anche il parere del suo Medico di Famiglia, anticipi il periodico controllo ecocardiografico.

Buona sera
[#2] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
grazie dottore,volevo anche chiedere,poichè io mi sono già sottoposto ad un intervento di varicocele tramite legatura alta ad ottobre (e adesso mi e ritornato)mi e stato consigliato il nuovo metodo,anche perchè io ho sofferto di bassa vitamina k uindi non potevano operarmi semi sveglio ma dovettero addormantarmi tutto,uindi per evitare di nuovo tutto questo mi e stato detto questo metodo consistente in non correzione chirurgica con tagli ecc ma per via percutane (mi sembra si chiamasse scleroembolizzazione) volevo chiederle ci sono controindicazioni visto che a quanto ho capito loro poi mandano nei testicoli una sorta di contrasto per vedere le vene ecc...ci sono controindicazioni che questo contrasto possa influire negativamente sull'amplantzer?
[#3] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
salve dottore sono ancora io...volevo chiederle se praticare sport come le arti marziali (nel mio caso la boxe thailandese) avesse delle controindicazioni con la chiusura del pfo...cioè posso frequentare liberamente lo sport anche se un po violento?non ci sono rischi che (in un probabile combattimento contro un avversario) quest'ultimo magari con un pugno o calcio al petto causi lo sposizionamento dell'amplantzer? grazie ancora
[#4] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
Dopo 6 mesi dall'impianto il device utilizzato (di qualunque marca si tratti) si endotelizza, cioè viene rivestito completamente dalle cellule della parete cardiaca. Pertanto dovrebbe essere improbabile la sua dislocazione. Lo spostamento della protesi è stato descritto al più dopo 3 giorni dalla procedura, mai dopo anni, per cui può stare tranquillo. Certo che con gli sport di contatto, come anche negli incidenti stradali, ci possono essere dei casi di traumi al cuore che però non sono riconducibili alla presenza della protesi ma all'effetto dell'urto in se.
Per quanto riguarda gli esami diagnostici tutte le protesi comunemente usate oggi (amplatzer, helex, occlutech, etc) sono compatibili con tutte le procedure, compresa la risonanza magnetica.
[#5] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
grazie dottore, approposito di risonanza io e da un paio di mesi che ho fastidi alla testa (dolore percepito sulla cute,mi sembri si ciami cute la parte alta dietro la testa) ho un dolore sempre li...come un peso,una sensazione piuttosto strana...questo dolore e iniziato a comparire appunto come un semplice peso (lo definisco da sempre io,come quando si sta troppo sotto il sole,e ci si sente poi la testa confusa ecc...) inizialmente il fastidio era questo,col tempo però si e tramutato in dolore...ma la cosa che più mi turba è il fatto che la notte (non sempre ,ma nella maggiorparte delle volte quando sento questo peso e dolore)avverto dei suoni,non so se siano interni alla testa o provengano dall orecchio (acufeni??) fatto sta che questi suoni si presentano come un zzzzz...intenso..e anche in un altro modo...che non so descrivere ..come se mi salisse pressione alla testa non so descriverlo però...durante il giorno non avverto assulutamente questi suoni,ma solo la notte...quasi come nel momento in cui il cervello entra in trans..ora io ho eseguito da un neurologo (parlo di un po di tempo fa,quando ancora avvertivo solo senso di peso alla testa,non dolore)un elettroencefalogramma...che ha ostrato tutto nella norma..e il dottore mi ha preso il problema come un fattore ansioso prescrivendomi cipralex ,seroquel, e gocce EN...sebbene non molto precisa,il risultato non e cambiato facendo tale cura..ma i fastidi e i suoni notturni li avverto ugualmente...dal medico di famiglia si e pensato fosse dovuto ad una vena ,la carotide,che ce lo stretta dalla nascita...ho eseguito quindi ecocolordoppler transcranico...ma...tutto nella norma...tale medico però mi chiese il motivo della sospensione della cardioaspirina...può quindi dottori essere questo il motivo di tali fastidi???e circa unn annetto e mezzo che lo sospesa...dovrei forse riprenderla? il neurologo che mi ha fatto l'elettroencefalogramma secondo lui non ho nulla... (io per un periodo ho temuto potesse essere qualcosa di brutto!!! avete capito insomma cosa intendo..) ma il dottore in questione mi ha detto che non ce bisogno che faccio risonanza poichè l'elettrtoencef e risultato buono...quindi io per capire cosa sono sti fastidi cosa dovrei fare??riprendere la cardio??fare risonanza ugualmente?aiutatemi a capire per favore cosa può essere e se e dovuto alla sospensione della cardioaspirina grazie mille
[#6] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
Al di la del Doppler transcranico, se ha una stenosi carotidea sarebbe utile valutare la lesione con un ecodoppler della Carotide. Comunque francamente non credo sia quello la causa del suo problema. per gli acufeni può provare a rivolgersi ad un otorino, che le può dire se in questo caso la Cardioaspirina può essere utile. Non conosco l'indicazione alla chiusura del PFO, per cui non le so dire se c'è un'indicazione cardiologica al trattamento prolungato con la cardioaspirina.
[#7] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
salve rieccomi.. adesso a distanza di tempo sto iniziando a fare arti marziali e mi chiedevo se gli sforzi eccessivi possono causare problemi. noi facciamo combattimenti sia in piedi che a terra (cercando appunto di bttare a terra l'avversario, e poi si continua a terra stesso cercando di immobilizzarlo ecc ecc...quindi vi lascio immaginare che ci si trova sopra, sotto e si deve proprio combattere contro l'avversario per non soccombere alle immobilizzazioni, tutto questo richiede sforzo) io prima non ci avevo fatto caso nonostante tornassi a casa indolenzito.. ma ieri mi sono spaventato al punto da non poter dormire, ho pensato se forse sia successo qualcosa e gli sforzi o le botte casuali abbiano potuto causare lo spostamento o la dislocazione dell'ombrellino amplantzer :( chiedo a voi risposte visto che sono molto preoccupato grazie mille.