Utente 121XXX
gentile Dottore,sn un ragazzo di 24 anni. Premetto che circa 2 anni fa' ,dal risultato di alcune analisi ke ho fatto (2 per l'esattezza, urinocoltura,spermiocoltura,tampone uretrale,tampone balamo prepuziale mi e' stata riscontrata la presenza di batteri come il citobacter freundi dopo la prima analisi e la klebsiella pneomoniae dopo la seconda analisi. Nel primo caso mi e' stato consigliato da un urologo l uso del detergente intimo fisioderm,mentre nel secondo caso l assunzione per 10 giorni Dell antibiotico augumentin. Io comunque dopo queste cure non ho riscontrato importanti miglioramenti in quanto da allora continuo ad avere problemi di erezione( non sempre,ma comunque non riesco a raggiungere un erezione completa,diversi casi di eiaculazione precoce, e da circa 6/7 mesi a questa parte ho diverse volte a settimana dolori improvvisi ai testicoli e nel basso addome ke si presentano improvvisimante e a tratti .Infine ho notato ke ho difficoltà ad urinare quando ho il pene eretto, e spessomi capita di dovermi sforzare per far fuoriuscire l urina ,e successivamente sento come la sensazione di non aver svuotato del tutto la vescica e di avere altra urina da mandare ancora.Gentile dottore aspetto con ansia una sua opinione , kiedendole inoltre se secondo lei le infezioni sopra citate hanno un legame con questi problemi che ho.Nel ringraziarla anticipatamente le porgo distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Difficile dalla complessa e un pò confusa descrizione che fa dei suoi vari disturbi uro-andrologici capire, da questa postazione, se ci sono correlazioni e legami tra le infezioni lamentate e gli altri disturbi "sessuali" descritti.

Poi si ricordi che in questi casi ,senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta , cioè capire la causa dei suoi problemi e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare a livello diagnostico e terapeutico .

Bisogna, a questo punto, consultare un esperto andrologo.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa discussione, le consiglio di consultare i seguenti articoli pubblicati sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199/cistiti-ed-uretriti-infezioni-delle-basse-vie-urinarie-quando-l’urina-brucia ;

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html ;

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ;

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.