Utente 165XXX
Salve a tutti,

vi scrivo perché ho un problema che mi porto dietro da quasi un anno, nonostante le numerose visite specialistiche che ho fatto.
Verso la fine dell'estate scorsa mi è comparsa una forte irritazione al glande nella parte vicino alla corona, che si presentava come un arrossamento molto intenso e dal colore uniforme che faceva molto male. Subito in cura da un venereologo ho fatto un test tampone dall'esito negativo, così mi è stato detto di continuare con impacchi di acqua borica per tenere disinfettato. In una decina di giorni la cosa se ne è andata, ma ha lasciato (a metà glande) una sottile cicatrice lineare e orizzontale che in erezione è molto esposta. Il problema di questa cicatrice (che normalmente non faceva male) è che a volte durante i rapporti si formano dei micro-taglietti molto dolorosi. Continuando le cure dal venereologo si è provata ogni sorte di pomata cicatrizzante e tre settimane fa mi è stata fatta una piccola operazione col laser per provare a bruciare ed eliminare la cicatrice... cosa che non è avvenuta. La pelle del glande attorno la cicatrice è tornata come nuova, ma quel maledetto segno c'è ancora, si taglia durante i rapporti e ora è molto più sensibile di prima.
Dopo un anno sono davvero esasperato e non so più che pensare.
Non vi chiedo di fornirmi una cura online visto che nemmeno i vari dottori che mi han seguito sembrano riuscirci, ma vorrei capire se vi è mai capitato un paziente con qualcosa di simile a questo mio problema... nessuno sembra capirci niente!
Se avete qualche opinione o consiglio vi sarei molto grato.

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

abbandonando da subito ogni personale volontà di discutere senza conoscere i motivi che la inducono a dire che "nessuno ci capisce niente" , mi piace pero' assicurarle che casi come quello che descrive debbono essere inquadrati e deve sempre essere escluso un lichen sclerosus (patologia più frequente di quello che non si possa comunente pensare).

Sono certo pero' che rinnovando la fiducia e aumentando la collaborazione con lo specialista dermatologo venereologo riuscirà a chiarire questa apparentemente intricata vicenda.

Dott. Laino, Roma
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta dottore.
Guardi per quanto riguarda la collaborazione con il dermatologo venereologo posso assicurarle che c'è sempre stata.

Ho guardato un po' online la sintomatologia del lichen sclerosus, ma non mi pare che abbia molto a che fare col mio problema. I primi giorni in cui era comparsa l'irritazione facevo un po' fatica a scoprire il glande, ma la cosa è durata pochissimo... non presento decolorazione di prepuzio o glande e nemmeno macchie. Esteticamente è assolutamente normale, a parte questa sottile "cicatrice" orizzontale poco sopra la corona del glande. E come dicevo, l'unico fastidio (a parte una leggera ipersensibilità in corrispondenza del segno) è che a volte durante i rapporti si fa un tagliettino (un paio di millimetri, non più) piuttosto fastidioso però.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
laddove c'è una ragade probabilmente deve esserci un problema che non può che chiarirsi in sede dermatologica: più di questo non possiamo aggiungere dalla limitante sede telematica che certo non potrà fornirle la diagnosi che cerca.

cari saluti

Dott Laino, Roma