Utente 165XXX
salve dottore,

sono un ragazzo di 22 anni compiuti da poco...
venerdì scorso ho fatto il mio primo ECG per il certificato medico agonistico di cui ho bisogno per poter partire come volontario per l'esercito militare, ebbene in questo esame mi è stato riscontrato subito (quindi a riposo), una leggera sindrome wpw.
adesso giovedì devo effettuare il test elettrofisiologico transesofageo.
la mia domanda è questa, da premettere che faccio sport fin da piccolo (calcio e corsa), e in particolare negli ultimi 4 anni faccio palestra (bodybuilding) e boxe, oltre alla corsa che effettuo circa 2 volte settimanali percorrendo circa 5 km, in tutta la mia vita non ho mai avuto nessun sintomo o problema di alcun genere.
quante possibilità ho di essere asintomatico alla sindrome?!

la ringrazio anticipatamente, distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non sono sicuro di aver ben compreso l'ultima domanda. Da quello che ha descritto si è già risposto da solo: riscontro di sindrome di WPW, assenza di sintomi in tutta la Sua vita = sindrome asintomatica!
Inoltre, non esistono gradazioni per la sindrome di Wolff-Parkinson-White (leggera o meno leggera): la sindrome c'è o non c'è. Talvolta la sindrome si presenta in modo intermittente, ma questo non influisce sulla prognosi.
Lo studio elettrofisiologico che effettuerà dopodomani ha, tra le altre indicazioni, quella di evidenziare la possibilità di innesco di aritmie potenzialmente pericolose e, in questo caso, l'indicazione ai trattamenti necessari per eliminare questo rischio.
Cerchi comunque di evitare sport di tipo isometrico (bodybuilding) fino al completamento degli accertamenti.
Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
grazie per aver risposto...
comunque nell'ultima domanda ha ragione mi sono espresso male...
in realtà è, quante possibilità ho che la sindrome non influisca sull'idoneità agonistica?

la ringrazo del consiglio sulla palestra.

saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dipende dal risultato del SEF: se malauguratamente dovesse evidenziarsi la possibilità di innesco di aritmie minacciose, ovviamente non sarà possibile ottenere l'idoneità agonistica.
In bocca al lupo!
[#4] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille dr. Fedi

crepi il lupo!

una buona serata...