Utente 165XXX
Premetto che il consulto che vi rivolgo non è riferito a me ma a un mio familiare: mio figlio. Mio figlio ha 28 anni,è alto 178 cm e pesa 70 kg.
Da circa un anno è afflitto da vari dolori al petto e sensazione di punture di spillo al centro del petto. Una volta i dolori erano talmente forti che è finito in ospedale dove gli è stato fatto un ecg risultato perfettamente normale e analisi del sangue per i marcatori dell'infarto,anche quello negativo.
Ha effettuato un paio di mesi dopo l'episodio in questione visita cardiologica con ecocardiogramma anche questo con esito negativo. In pratica nell'esame c'era scritto che era tutto nella norma. Pero' i dolori gli sono continuati e spesso sono anche molto forti. Sono prevalentemente concentrati nella zona centrale del petto e del pettorale sinistro ma piu' raramente li ha anche a destra. Talvolta avverte dolore anche solamente al braccio (sia destro che sinistro) ,ai polsi e alle costole basse(quelle sotto il petto). Non so veramente cosa fare anche perchè,pure se lui non si lamenta e sopporta in silenzio proseguendo nelle sue attivita' quotidiane,ho il timore che possa trattarsi di qualcosa di serio magari non diagnosticato. Fu ricoverato in luglio 2009 e l'esame l'ecografia cardiaca la esegui'nel novembre dello stesso anno. Potrebbero essere effettuati altri accertamenti per escludere problemi cardiaci?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Un test da sforzo basterà per poter escludere definitivamente l'origine cardiaca del disturbo accusato da Suo figlio.
Successivamente, potrà chiedere al curante il suo giudizio sulla necessità di un approfondimento diagnostico su altri organi o apparati che possano essere responsabili del dolore toracico (gastro-esofageo, osteomuscolare, eccetera).
Cordiali saluti